• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Sicurezza. Mannone (Fns Cisl): "Buon lavoro a Lamorgese e Bonafede"

Roma, 4 settembre - "Apprezziamo la nomina da parte del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Ministro dell'Interno di Luciana Lamorgese che data le sua alta professionalità e la grande esperienza del Dicastero per avere già rivestito il ruolo di Capo di Gabinetto del ministro Angelino Alfano nel Governo Letta, di sicuro, non avrà problemi ad inserirsi nel sistema". Lo dichiara in una nota il Segretario della Fns Cisl, la Federazione Nazionale della Sicurezza della Cisl, Pompeo Mannone. “Nell'augurare al Ministro buon lavoro auspichiamo che tra i primi provvedimenti in agenda porti finalmente a soluzione il gravoso problema dell'equiparazione retributiva tra i Vigili del fuoco ed i corpi di polizia e la copertura della carenza degli organici. Come Federazione nazionale della Sicurezza della Cisl siamo pronti a dare tutta la collaborazione necessaria al ministro affinché quanto promesso in passato, ma mai realizzato, purtroppo, possa ora trovare il giusto epilogo da troppo tempo auspicato", aggiunge.
"Formuliamo i migliori auguri anche al neo Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ricordando come le attività del Dicastero della Giustizia siano molto impegnative ed i temi da affrontare assai complessi. In particolare evidenziamo la necessità di affrontare in termini progettuali ed organici l'intera problematica delle carceri italiane che necessita di provvedimenti a carattere straordinario date la forti criticità in cui versa il sistema, come la forte carenza di organici della polizia penitenziaria, l' inadeguato sistema organizzativo, le strutture penitenziarie obsolete, i mancati investimenti tecnologici che non consentono di applicare principi costituzionali, né quelli che consentono il recupero sociale del detenuto ne' quelli che garantiscono l'effettività della pena. Molte cose quindi da fare ed avviare a soluzione per le quali come Federazione Nazionale della Sicurezza della Cisl non faremo mancare il nostro apporto volto a contribuire a ricercare le migliori risposte a temi complessi come quelli che attanagliamo la giustizia penale", conclude.

Stampa