• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Terziario. Sindacati: "Sanità integrativa.  Positiva l'intesa di Confcommercio e Federdistribuzione"

Roma, 23 ottobre 2019 – "La notizia della definizione di un percorso condiviso tra Confcommercio e Federdistribuzione in merito all'assistenza sanitaria integrativa è positiva e va sostenuta come parti sociali firmatarie dei contratti". Questa la dichiarazione di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs che ritengono una scelta giusta quella volta alla possibilità di utilizzare le competenze, le dimensioni e le performance oggi garantite dai Fondi Est e Quas per erogare prestazioni sanitarie integrative alle lavoratrici e ai lavoratori del settore appartenenti alle piccole, medie e grandi imprese. L'intesa mostra, come sostenuto dalle organizzazioni sindacali, che è possibile, pur nel rispetto delle autonomie associative, prevedere una razionalizzazione e mettere in condivisione strumenti di derivazione contrattuale a supporto del Welfare."Anche il tavolo tecnico di confronto tra le due Associazioni datoriali - proseguono i segretari generali delle tre organizzazioni sindacali, Maria Grazia Gabrielli, Davide Guarini e Brunetto Boco -  finalizzato da quanto si è appreso, a costruire approfondimenti e analisi comuni in merito al settore distributivo può essere considerato un buon viatico al confronto".Il settore distributivo vive una fase di ulteriori trasformazioni legate alla crisi e all'evoluzione dei  formati distributivi, all'innovazione tecnologica, alla concorrenza ancora condizionata da competizione sui costi che vede alimentare il rischio di dumping nel mercato a partire dal dumping contrattuale. Siamo anche alla soglia di un'importante scadenza come quella dei rinnovi dei Contratti Nazionali di Lavoro applicati a oltre 2,5 milioni di addetti. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs auspicano che il confronto tra Confcommercio e Federdistribuzione sia di supporto alla costruzione di un dialogo più inclusivo tra tutti gli attori del settore perché il futuro negoziato sul contratto nazionale di lavoro non sconti divisioni e ritardi che impatterebbero negativamente sulle lavoratrici e i lavoratori del terziario.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa