Sicet. Tre giorni di formazione a Firenze per i nuovi dirigenti regionali e territoriali del sindacato inquilini della Cisl

Firenze, 7 novembre 2019 - È partita oggi al Centro Studi Cisl di Firenze la tre giorni di formazione organizzata dal Sicet per preparare i nuovi sindacalisti degli inquilini. Fino al 9 novembre lo storico campus cislino ospiterà, infatti, i dirigenti territoriali e regionali eletti nell’ultima tornata congressuale per un intenso programma formativo sulle politiche abitative in Italia e sul ruolo del Sicet a tutela delle fasce sociali più deboli e più esposte ai fenomeni di marginalità e disagio abitativo. Le lezioni saranno curate dai dirigenti Sicet Fabrizio Esposito e Giovanni Baratta. A conclusione del percorso, sabato 9 novembre, alle 10, è in programma una tavola rotonda sul tema “Le politiche dell’abitare: opinioni a confronto”. Interverranno (moderati da Enzo Marrafino, formatore della Cisl nazionale): Marzio Mori, della Fondazione Solidarietà Caritas Firenze; Andrea Vannucci, assessore alla casa del Comune di Firenze; Paolo Bechi, presidente della Società Pistoiese di Edilizia sociale e dirigente di Federcasa; Nino Falotico, segretario generale del Sicet Cisl. I lavori della tavola rotonda saranno conclusi da Giulio Romani, segretario confederale della Cisl. Una scelta, quella di investire sul nuovo gruppo dirigente e sulle competenze, che il segretario del Sicet Falotico spiega così: “Oggi abitare le periferie della società, come ci ha invitati a fare Papa Francesco, significa presidiare i luoghi della rassegnazione per costruire nuovi spazi di socialità ed essere tessitori di speranza. Per i dirigenti e gli operatori del Sicet presidiare le periferie significa misurarsi con problematiche concrete e anche molto complesse come gli sfratti, il disagio economico delle famiglie, la povertà, questioni che vanno affrontate con competenza e consapevolezza”.

Stampa