• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Terziario. Dell'Orefice (Fisascat Cisl): "Carrefour. C’e’ accordo sulla cassa integrazione in deroga per 4.422 addetti degli ipermercati"

Roma, 13 maggio 2020Raggiunta l’intesa tra i sindacati di categoria Cgil Cisl Uil e la direzione di Carrefour Italia sul ricorso alla Cigd per la causale emergenza Covid-19. L’ammortizzatore sociale in deroga coinvolgerà complessivamente 4.422 dipendenti del canale iper in Lombardia, Piemonte, Valle D’Aosta, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Sardegna fino ad un massimo di 13 settimane (per le sole regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna) ed osserverà il principio della rotazione del personale, in considerazione del criterio della fungibilità di mansioni e competenze e delle specifiche necessità familiari connesse alla custodia dei figli minori e di altre situazioni familiari di particolare disagio.
La riduzione oraria non potrà essere superiore al 50% dell’orario contrattuale individuale su base settimanale ed avverrà per giornata intera anche se potranno essere previste diverse modalità organizzative a livello di singolo iper.
Carrefour integrerà il trattamento di cassa integrazione fino alla concorrenza del 100% della retribuzione lorda mensile e riconoscerà l’integrale maturazione dei ratei di 13°, 14°, ferie, Pir e Tfr durante l’intero periodo di sospensione; la retribuzione e la relativa copertura contributiva per il periodo di sospensione saranno garantiti anche in caso di mancato accoglimento dell’istanza di Cigd.
Ad ogni lavoratore entro il 20 giugno 2020 verrà concessa, previa richiesta, un’anticipazione della tredicesima mensilità equivalente ad un numero di ratei sufficiente a coprire totalmente la ritardata corresponsione dell’indennità Cigd; l’azienda si è resa disponibile ad erogare un prestito non oneroso a chi ne dovesse fare richiesta sulla base di particolari situazioni di disagio e di incapienza della tredicesima.
A livello territoriale e di singolo punto vendita saranno attivati confronti con i sindacati locali e le rappresentante Rsa/Rsu sulla verifica dell’applicazione dell’intesa. A livello nazionale ci si incontrerà entro la fine del mese di giugno 2020 al fine di valutare l’andamento della Cigd. Entro il mese di settembre si aprirà il confronto in ordine a piano e strategie commerciali ed investimenti della multinazionale francese in Italia.
«L’intesa – ha sottolineato il segretario nazionale della Fisascat Cisl Vincenzo Dell’Orefice – ribadisce il valore e la rilevanza della contrattazione integrativa aziendale anche per far fronte alla situazione di emergenza sanitaria e sociale e considera prioritaria la definizione di un modello organizzativo condiviso e sostenibile, volto alla salvaguardia occupazionale e al mantenimento dell’attuale rete di vendita e alla piena garanzia di condizioni di salute e sicurezza». «Affermazioni queste – conclude il sindacalista - certamente significative in una congiuntura particolarissima come quella che i grandi format commerciali stanno attualmente vivendo e che sono fondamentalmente tese a recuperare un confronto esteso al piano strategico che la multinazionale francese Carrefour si è data per il nostro Paese».

Stampa