• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Metalmeccanici. D’Alò. (Fim Cisl): "ExAlcoa. Incontro deludente. Nelle prossime tre settimane possibili condizioni tecniche per firmare il contratto"

Roma, 13 maggio 2020. Si è svolto oggi in video conferenza l’incontro tra Organizzazioni Sindacali Nazionali e Territoriali e SiderAlloys, alla presenza del Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, La Sottosegretaria Todde, e gli Assessori della Regione Sardegna Piri e Zedda. Rispetto agli impegni e ai propositi dello scorso 23 marzo ci aspettavamo un incontro concreto che avrebbe finalmente diradato le nubi sul futuro della SiderAlloys e della produzione di alluminio in Sardegna ma, in sostanza, nulla di nuovo è stato portato al tavolo ed ai lavoratori su quelli che restano i nodi principali della vertenza: contratto con Enel e relative garanzie, revamping degli impianti. L’azienda continua a non fornire dettagli che possano confermare la sua volontà a portare avanti il progetto di rilancio, in sospeso da troppo tempo, (allo stato attuale, anche i trasformatori acquistati non sono stati installati ma giacciono in attesa) e continua a non assumere impegni, utilizzando il mancato accordo con Enel come alibi.
Abbiamo chiesto chiarezza sui tempi necessari perchè l’azienda fornisca le garanzie ad Enel (quantificate in 48 mln/€) e se la stessa è in condizione di onorarle ma soprattutto quando il contratto sarà concluso. Il timore è che le perdite di tempo possano agire negativamente sul momento positivo attuale in tema di prezzo dell’energia. Abbiamo anche chiesto alla Regione Sardegna di chiarire lo stato dell’arte sul Porto perché non diventi in futuro l’ennesimo ostacolo al rilancio del Sito. Il sottosegretario Todde, in conclusione dell’incontro, ha rassicurato che nel più breve tempo possibile ci saranno le delibere che daranno la possibilità di firmare il contratto e che Enel ha garantito che a seguito delle delibere sarà pronta a firmare il contratto. L’azienda si rende disponibile, ottenute le delibere, a firmare subito il contratto con Enel ed il tavolo sarà aggiornato non appena sarà realizzato questo imppegno previsto per le prossime tre settimane.

Stampa