• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Treofan. Garofalo (Femca Cisl): "Da Jindal nessun rispetto per lavoratori e territorio ternano"

6 novembre 2020 - “Quello a cui stiamo assistendo a Terni è la replica di quanto già visto a Battipaglia: anche in questo caso il gruppo indiano Jindal, con la cessazione dell’attività della Treofan, sta dimostrando di non avere un briciolo di buon senso e di non avere il minimo rispetto di centinaia di lavoratori e di un territorio importante come quello ternano. Ancora una volta i vertici della Jindal stanno dimostrando il disprezzo delle più elementari regole di relazioni industriali, anche perché su questa vertenza c’è un tavolo aperto con il Governo". Lo dichiara Nora Garofalo, segretaria generale Femca-Cisl nazionale. "Chiudere il sito di Terni - prosegue - come già avvenuto a Battipaglia, ha come unico scopo sottrarre il know-how alla Treofan per trasferirlo a Jindal e utilizzarlo in altri stabilimenti fuori dall’Italia, e far cessare l’attività di un altro stabilimento, vero obiettivo che aveva il gruppo indiano all’atto dell’acquisizione della Treofan. Un comportamento discutibile e inaccettabile pagato a caro prezzo dai lavoratori. Ci stiamo opponendo con ogni mezzo allo smantellamento di questa importante realtà produttiva, un pezzo significativo della storia di quel settore e del settore in Italia”, conclude Garofalo.

 

Stampa