• Notizie
  • News Categorie e Servizi

Consumatori. De Masi (Adiconsum Cisl): "ARERA annulla le agevolazioni e fa ripartire il pagamento delle bollette delle case inagibili terremotate"

Roma, 13 novembre 2020 - Grande sconcerto sta suscitando l’approvazione della Delibera 429 da parte dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, che reintroduce, a partire dal 1° gennaio 2021, il pagamento della quota fissa delle bollette di luce, gas e acqua anche per gli immobili inagibili delle zone colpite dal terremoto del 2016 e del 2017, nonostante un decreto ministeriale di proroga emesso ad Agosto.

Riteniamo inappropriata la decisione dell’ARERA, che, disattendendo il Decreto di proroga del Governo, peraltro, senza aver consultato gli Enti Locali delle zone terremotate né tantomeno le Associazioni Consumatori facenti parte del CNCU, ha deciso per “uniformità di trattamento” di non prorogare le agevolazioni previste per le bollette di luce, gas e acqua, delle case inagibili, colpite dal terremoto del 2016 e del 2017, che resteranno, quindi, in vigore solo fino al 31 dicembre 2020 – dichiara Carlo De Masi, Presidente di Adiconsum nazionale.

Per cui oltre al danno, la beffa – prosegue De Masi - La decisione infatti colpisce i Cittadini di quelle zone già duramente colpite dal sisma, in possesso di immobili ancora inagibili, perché in presenza di una ricostruzione che stenta a decollare, alla quale si è aggiunta l’emergenza epidemiologica del Covid 19.

Adiconsum chiede ad ARERA di tornare sui propri passi e di prorogare le agevolazioni delle bollette di luce, gas e acqua, previste per le case inagibili anche per il 2021, stante l’annosa questione della mancata ricostruzione e del persistere della pandemia da coronavirus – conclude De Masi.

Stampa