Unieuro. Smart working, sindacati: le questioni legate all’organizzazione e alla sicurezza del lavoro siano ricondotte nell’alveo della contrattazione decentrata esistente

Roma, 12 febbraio 2021 - Le questioni legate all’organizzazione e alla sicurezza del lavoro siano ricondotte nell’alveo della contrattazione decentrata esistente dove tali materie sono demandate dalla contrattazione nazionale di settore. E’ la posizione dei sindacati di categoria Fisascat Cisl e Uiltucs rispetto la decisione unilaterale assunta dalla direzione aziendale della catena italiana di elettronica di consumo ed elettrodomestici leader del mercato Unieuro di approntare un progetto di Smart Working denominato Futura per i 300 dipendenti delle funzioni centrali.
I sindacati, nel condividere la necessità di definire nuovi modelli organizzazioni di svolgimento della prestazione lavorativa, sollecitano un acceleramento delle trattive di rinnovo del contratto integrativo scaduto lo scorso anno e in ultra vigenza, applicato ai circa 4.500 dipendenti, ferme al mese di gennaio 2020. In tale occasione i sindacati avevano illustrato i contenuti della piattaforma unitaria; la proposta congiunta contempla un intervento sulle relazioni sindacali territoriali in particolare sul tema dell’organizzazione del lavoro, la richiesta di incrementare le maggiorazioni per il lavoro domenicale e festivo e la revisione del il premio di risultato in un approccio più equo nonché l’ampliamento delle tutele ed il rafforzamento del welfare aziendale oltre alla definizione di un protocollo sulle tutele di genere, conciliazione vita lavoro, permessi solidali e abbigliamento aziendale.

Stampa