1. Casa
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. Primo Piano
  6. /
  7. Rsu. Sbarra: “Costruiamo...

Rsu. Sbarra: “Costruiamo il futuro insieme votando i candidati Cisl”

Pubblicato il 3 Apr, 2022

“Costruiamo il futuro insieme” questo l’appello al voto del Segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, alla vigilia delle votazioni per il rinnovo delle Rsu del Pubblico Impiego, Scuola, Università e Ricerca. “E’ questo un momento fondamentale di partecipazione e democrazia sindacale. Sostenere i candidati nelle liste della Cisl significa supportare il loro ruolo di rappresentanza nei luoghi di lavoro, un’azione che esalta le relazioni sindacali partecipative attraverso la qualità della contrattazione. Ma anche premiare la linea Cisl, responsabile, pragmatica, autonoma dalla politica”
Un appuntamento cruciale, per Sbarra, “per affermare un modello di sindacato che non si attesta solo sul terreno difensivo e rivendicativo ma assegna priorità al confronto, alla partecipazione ed alla contrattazione per un vero processo di riforma dei settori pubblici che veda protagonisti lavoratrici e lavoratori attraverso i rinnovi dei contratti, il miglioramento delle retribuzioni, l’assunzione di nuovo personale, la stabilizzazione del precariato, l’investimento sulla formazione, un diverso equilibrio tra legge e contratti. Noi vogliamo davvero “esserci per cambiare” come richiama il titolo del nostro congresso”.
“I lavoratori di tutti i comparti pubblici ed anche di scuola, ricerca ed università -prosegue il Segretario generale della Cisl- sono i primi a pagare i ritardi di una necessaria modernizzazione. Bisogna uscire da questa situazione. La tutela e la rappresentanza del lavoro pubblico, la sua valorizzazione per innalzare la qualità dei servizi e costruire bene comune, sono per la CISL un riferimento imprescindibile, che richiede rappresentanti preparati, motivati, competenti. Il patrimonio di passione ed esperienza, innovazione e conoscenza dei candidati Cisl è un grande valore che mettiamo a disposizione della riforma e del rilancio dei settori pubblici e del Paese“.

Condividi