Sindacato. Furlan al Congresso Cgil: "Abbiamo bisogno di sindacati coesi e rappresentativi"

CongressoCGIL1Bari, 22 gennaio 2019 – "Non posso che augurare a tutto il Congresso di fare cose buone. La relazione è ricca di spunti davvero interessanti, molto condivisibili, programmatici e riprende molto del lavoro che abbiamo svolto insieme sia per quanto riguarda il patto sulla fabbrica che per quanto riguarda la piattaforma. Abbiamo quindi bisogno di sindacati confederali, coesi e importanti e rappresentativi. Sono sicura che anche questo congresso alla fine troverà questa strada davvero importante e significativa". E’ quanto ha dichiarato oggi la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, intervenendo a Bari al XVIII Congresso della Cgil.

E per Furlan c’è anche “bisogno di rafforzare l’Europa, di creare un’Europa che guarda innanzitutto alla crescita, allo sviluppo e al lavoro. Per questo l'Europa va cambiata, rafforzata". “Oggi –prosegue- è il momento di mettersi assieme e costruire una piattaforma per l'Europa. Il tema è se siamo in grado ogni giorno, nei luoghi di lavoro e nei territori, di esercitare la nostra rappresentanza. Saremo insieme in piazza e la piazza di Cgil, Cisl Uil il 9 febbraio dirà con chiarezza che crescita e sviluppo significano il futuro della dignità delle persone. Quella piazza significa esercitare la nostra rappresentanza". E aggiunge: "Condivido una grande iniziativa unitaria sul Sud, e aggiungo una grande iniziativa unitaria per dire cosa il popolo del lavoro propone per l'Europa che va cambiata, ma senza cosa sarà il nostro futuro?".

"Il tema vero è che il lavoro non si inventa si crea e quindi investimenti in infrastrutture, in innovazione, ricerca, informazione, nel territorio sono indispensabili per creare davvero lavoro".

Necessaria, per la segretaria della Cisl, anche “una riforma complessiva nella governance sia dell'Inps che dell'Inail. Tante volte l'abbiamo proposto – prosegue commentando la decisione del governo di reintrodurre i Cda nell'Inps e nell'Inail-. Sono due fattori importantissimi nella vita del Paese e gestiscono tante e tante risorse che sono dei lavoratori e delle lavoratrici per la loro previdenza, quindi il loro futuro da anziani ma anche per la sicurezza, la salute sul lavoro. Credo che vada di molto rafforzato anche il ruolo dei Civ dove sono presenti per vigilanza e controllo le parti sociali".

Leggi anche:

Cgil. Furlan: Cgil. Furlan: "Intesa su Landini fatto positivo che conferma linea unitaria di Camusso"
24 gennaio 2019 - "Credo che sia una cosa molto positiva che la Cgil al suo Congresso abbia trovato una intesa unitaria per scegliere il nuovo...

Stampa