Lotta alla povertà per un Paese più coeso e senza diseguaglianze. L'appello di Cgil Cisl Uil

poverta8Roma 2 ottobre 2017. I segretari generali di Cgil Cisl e Uil, Camusso, Furlan e Barbagallo, hanno lanciato un appello unitario a Governo e Parlamento per sensibilizzare l'introduzione nella prossima Legge di Bilancio di una maggiore disponibilità di risorse da destinare al Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale.
"La povertà -si legge nella nota unitaria- è ancora un dramma che sottrae diritti e futuro ad una quota rilevante della popolazione del nostro Paese. I timidi segnali di ripresa economica non devono fare dimenticare un dato: in Italia vivono in povertà assoluta 4,75 milioni di persone, pari al 7,9% della popolazione complessiva.
L’introduzione del Reddito d’inclusione (Rei) è una innovazione strutturale che riprende numerosi aspetti della proposta dall’Alleanza contro la Povertà in Italia, vale a dire una misura che garantisce sostegno economico alle famiglie, costruendo contestualmente percorsi di inclusione sociale.  
Va dato atto a Governo e Parlamento di avere conseguito un risultato importante. Ma la prossima Legge di Bilancio può rappresentare un altro decisivo passaggio della lotta alla povertà nel nostro Paese, in quanto lo stanziamento attuale rende possibile includere solo 1,8 milioni di individui, cioè il 38% del totale della popolazione in povertà assoluta: pertanto, il 62% dei poveri ne rimarrà escluso. In particolare il 41% dei minori in povertà assoluta non sarà raggiunto dalla misura. 
Pure consapevoli della necessaria gradualità del completamento di una misura a vocazione universalistica, complessa e innovativa per il nostro paese, CGIL, CISL e UIL, chiedono al Governo e al Parlamento, un impegno ad incrementare, nel modo più ampio possibile, le risorse per il Fondo per la lotta alla povertà nella prossima Legge di Bilancio, insieme alla definizione di un Piano pluriennale di lotta alla povertà.
Tutto questo per: 
• includere una quota più rilevante di beneficiari, incrementare l’importo del beneficio e potenziare i servizi per l’inclusione;
• avviare una politica redistributiva nel nostro Paese, a partire da chi sta peggio;
• rafforzare la ripresa economica a partire da condizioni sociali e territori altrimenti  esclusi;
• creare le condizioni per un’inclusione lavorativa. 
La lotta alla povertà deve essere considerata, insieme a incisive politiche per lo sviluppo e il lavoro, una delle priorità per uscire davvero e tutti dagli effetti della crisi economica. È in gioco la piena cittadinanza sociale ed economica di tutti. Non perdiamo un’occasione per rendere più giusto, inclusivo, coeso e meno ineguale il nostro Paese".
 
 

Leggi anche:

Lamborghini. Uliano (Fim Cisl): Lamborghini. Uliano (Fim Cisl): "Suv Urus a Sant'Agata grazie all'accordo che coniuga investimenti con più produttività"
Roma, 26 maggio 2015 - "Nella vicenda Lamborghini il sindacato ha dimostrato complessivamente una forte maturità nell'affrontare il tema dell'...
Povertà. La Cisl fa il bilancio del 'Progetto pasto buono' per ridurre gli sprechi alimentari, ad un anno dalla nuova legge Povertà. La Cisl fa il bilancio del 'Progetto pasto buono' per ridurre gli sprechi alimentari, ad un anno dalla nuova legge
Roma, 3 ottobre 2017 - La legge italiana sugli sprechi alimentari compie un anno. Un’iniziativa adottata sull’esempio della Francia e che mira a...
Legge di bilancio. Più risorse per previdenza, welfare e lavoro: sabato 14 ottobre la mobilitazione di Cgil Cisl Uil Legge di bilancio. Più risorse per previdenza, welfare e lavoro: sabato 14 ottobre la mobilitazione di Cgil Cisl Uil
Roma, 16 ottobre 2017 - "Abbiamo fatto un confronto serio e su alcune questioni abbiamo avuto risposte congrue, su altre devono ancora arrivare...
Legge di bilancio. Legge di bilancio. "Pensioni, giovani, lavoro. Il governo si concentri sulle vere priorità del paese"
  Caserta, 17 ottobre 2017 - "La legge finanziaria può dare un contributo determinante a consolidare la crescita, ma può anche deprimerla...
Contrasto alla povertà: nuovi criteri per il Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA) Contrasto alla povertà: nuovi criteri per il Sostegno all’Inclusione Attiva (SIA)
Con il Decreto interministeriale del 16 aprile scorso (in “Gazzetta ufficiale” il 29 aprile) sono stati ridefiniti i criteri per beneficiare del...
Rapporto annuale Istat sulla  povertà e decreto REI. Le considerazioni della Cisl Rapporto annuale Istat sulla povertà e decreto REI. Le considerazioni della Cisl
19 luglio 2017 - Nessuna buona notizia dal Rapporto annuale Istat sulla povertà relativo ai dati del  2016 pubblicato il 13 luglio scorso. ...
REI: primo passo verso la lotta alla povertà assoluta ma deve essere accompagnato da un  Piano per l’ incremento delle risorse REI: primo passo verso la lotta alla povertà assoluta ma deve essere accompagnato da un Piano per l’ incremento delle risorse
8 settembre 2017. Nella Confrenza stampa del 6 settembre u.s. l'Alleanza contro la povertà in Italia ha espresso soddisfazione per la definitiva...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.