Intervento di Annamaria Furlan al Gr1 - Rai