"Non basta dire no alla violenza, per la parità di genere serve una mobilitazione sociale", da 'Il Secolo XIX' del 25 Novembre 2018

FurlanPerché tante omissioni, tanta ipocrisia ed indifferenza sulla violenza alle donne? La nostra resta ancora una società maschilista dove è molto complicato far rispettare la donna in tutti i contesti: sociali, lavorativi e familiari. L'Italia fa ancora troppo poco per combattere i femminicidi e le forme di violenza. Mancano strumenti di protezione e di assistenza per un concreto reinserimento socio-lavorativo.  Ecco perché spetta anche al sindacato far sì che tutte le forme di violenza non restino nascoste, continuando e rafforzando la nostra opera quotidiana ma anche con enti di servizio nei territori per un cambiamento sociale e culturale che metta al centro la tutela della persona a partire proprio dai luoghi di lavoro.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Il.Secolo-XIX-25nov2018.pdf)Il Secolo XIX285 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa