1. Home
  2. »
  3. Comunicati stampa
  4. »
  5. Dl Recovery. Cuccello: “Il tempo...

Dl Recovery. Cuccello: “Il tempo della proroga a concessionari per cedere i contratti va usato proficuamente per abrogare l’articolo 177 codice appalti”

Pubblicato il 19 Lug, 2021

“Un anno in più per il legislatore per modificare l’impianto normativo che prevede – per le società concessionarie di servizi pubblici ottenuti senza gara – l’affidamento a terzi dell’80% dei contratti di lavori, servizi e forniture relativi alle concessioni superiori a 150.000 euro, come previsto grazie agli emendamenti al dl Recovery approvati in Commissione alla Camera che porta il termine per adeguarsi alla normativa del Codice degli appalti dal 31 dicembre 2021 al 31 dicembre 2022 per la Cisl è una vittoria del sindacato che con le mobilitazioni di tutte le categorie interessate: Femca, Fit, Flaei, si è impegnato in prima linea per il raggiungimento di questo obiettivo per nulla scontato, un passaggio ed un traguardo importante perché permette di lavorare da subito all’ abrogazione dell’articolo 177 all’ interno della legge delega sugli appalti, arrivando, così, ad una sterilizzazione definitiva di una norma che non trova fondamento alcuno nelle direttive europee e che, se attuata, sarebbe di nocumento per gli interessi generali del Paese. Come sindacato siamo impegnati sin dalle prossime ore a mettere in sicurezza il settore dei servizi pubblici essenziali, le lavoratrici ed i lavoratori del comparto che sono un patrimonio inestimabile per il paese come hanno dimostrato, con forte senso di responsabilità e profondo spirito del dovere, durante la crisi pandemica che purtroppo ancora stiamo vivendo”. Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Andrea Cuccello.

Condividi