1. Casa
  2. /
  3. Comunicati stampa
  4. /
  5. Lavoro. Romani: “Serve  autorità...

Lavoro. Romani: “Serve  autorità indipendente che classifichi  la sostenibilità delle imprese”

Pubblicato il 28 Apr, 2022

“Crediamo sbagliata la strumentalizzazione del dibattito che si è aperto sull’applicazione di condizionalità alle imprese, legate ai rinnovi contrattuali, come presupposto per l’erogazione di sostegni pubblici”. È quanto sottolinea il segretario confederale della Cisl, Giulio Romani. “Da sempre auspichiamo che i temi della qualità del lavoro e della contrattazione entrino a far parte di una cultura della responsabilità sociale di impresa che dovrebbe evolvere da mera propensione individuale a fattore riconosciuto di sostenibilità sociale. A questo scopo, però, crediamo che potrebbe essere utile, più che procedere per singoli scambi, che pure offrono soluzioni a singole situazioni di difficoltà, strutturare, di concerto con le parti sociali, un sistema di rating di sostenibilità sociale, di cui certamente dovrebbe far parte “l’efficienza contrattuale”, cui agganciare una fiscalità e/o premialità diversamente vantaggiosa per le imprese. Occorrerebbe quindi creare un’apposita autorità indipendente che classifichi, secondo  principi e parametri internazionalmente riconosciuti ed in linea con il pilastro europeo dei diritti sociali, la sostenibilità delle imprese stesse. Una simile struttura contribuirebbe, per esempio, a contrastare fenomeni come quelli cui spesso assistiamo in cui l’ossessione del profitto a breve termine induce le imprese a scegliere soluzioni che penalizzano l’occupazione sia qualitativamente che quantitativamente, con tagli degli organici, ricorso al precariato, disapplicazioni contrattuali o applicazione di contratti pirata, delocalizzazioni, disapplicazione delle norme sulla sicurezza, assenza di formazione, ecc… facendo ricadere i costi che conseguono a questi comportamenti sulla collettività, non solo in termini monetari ma anche di disagio sociale e, quindi, di benessere collettivo”.

Condividi