1. Home
  2. »
  3. Comunicati stampa
  4. »
  5. Tim. Sbarra: “Servono garanzie su occupazione,...

Tim. Sbarra: “Servono garanzie su occupazione, investimenti e Rete Unica”

Pubblicato il 22 Nov, 2021

“Su Tim si stanno scatenando turbolenze interne ed esterne che non fanno bene all’azienda ,  la proposta del colosso americano Kkr con il possibile cambio di proprietà alimenta un clima di  incertezza legato  alla mancanza di confronto sulle reali  prospettive di rilancio produttivo e occupazionale del  gruppo e sulla solidità del progetto industriale Restano incognite forti sull’opportunità di lasciar fare al solo mercato, di fronte al rischio di deteriorare o perdere un asset strategico per l’Italia. Serve una posizione netta da parte del Governo, secondo azionista del gruppo, con forti garanzie su occupazione e investimenti. Il Mise convochi subito azienda e sindacati”. Lo afferma Luigi Sbarra, segretario generale Cisl.  

“Tra i rischi – aggiunge il segretario di via Po – quello di frammentare azienda e settore, dividendo il lato infrastrutturale da quello dei servizi. Sarebbe un errore strategico e porterebbe a gravi rischi sulla tenuta dell’occupazione. Bisogna muoversi nell’interesse del Paese e dei lavoratori, anche applicando, se necessario, le prerogative previste dalla Golden Power”. Per il leader della Cisl , “bisogna poi dare profondità a una visione industriale, a partire dalla realizzazione della rete unica. Infrastruttura indispensabile per raccogliere la sfida di una transizione che incrocia quasi tutti i settori e quasi ogni voce dello sviluppo. Siamo in ritardo drammatico, e se non sbloccheremo ora questa partita, agganciandola alle risorse del PNRR, pagheremo prezzi altissimi in termini sociali, occupazionali, di competitività”.

Condividi