Basilicata. Settore zootecnico importante motore di sviluppo per il territorio

Potenza, 21 dicembre 2015 - La Fai Cisl ha riunito nei giorni scorsi a Potenza i propri delegati sindacali dell’associazione regionale allevatori per fare il punto della situazione sul comparto. Per la Fai Cisl, con circa 128 mila capi di bestiame e quasi 500 aziende impegnate nella filiera del biologico e delle produzioni certificate, “il settore zootecnico lucano rappresenta un importante motore di sviluppo per il territorio, da qui la necessità di avere un sistema di controlli e certificazioni in grado di assicurare la qualità e la salubrità delle produzioni, compito che spetta alle associazioni allevatori”. Messa ormai alle spalle la crisi finanziaria degli ultimi anni e rodata la macchina della nuova associazione regionale - che ha accorpato le vecchie associazioni provinciali - la Fai Cisl rilancia la centralità dell'ente "per assistere ed aiutare, grazie al patrimonio interno di professionalità, le aziende zootecniche lucane sul fronte della qualità, della tracciabilità e della certificazione delle produzioni”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa