• InfrastruttureFurlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Urgente sbloccare i cantieri del Terzo Valico, della Tap e della Pedemontana. Il 30 Ottobre a Genova lanceremo le nostre proposte per far ripartire il Paese e gli investimenti"

    Continua...

  • Manovra Cgil Cisl Uil al Governo:

    Manovra
    Cgil Cisl Uil al Governo: "Nel Def mancano risposte incisive su crescita, lavoro, investimenti pubblici"

    Continua...

  • Lavoro Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive Sbarra:

    Lavoro
    Cgil Cisl Uil incontrano Di Maio su ammortizzatori e politiche attive
    Sbarra: "Segnale di attenzione alla richiesta dei sindacati confederali"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Povertà. Furlan: "Chi nasce povero ha meno possibilità di risalire ascensore sociale. Serve politica di crescita economica, sociale e culturale"

17 ottobre 2018 -  “Sono davvero preoccupanti i dati di oggi del Rapporto della Caritas  sull’aumento della povertà nel nostro... continua

Manovra. Furlan:"Troppo debole su investimenti, infrastrutture, innovazione, formazione. Condono fiscale non è certo pedagogico rispetto a lotta evasione"

16 ottobre 2018 - "È chiaro che bisognerà aspettare i testi della manovra per dare una valutazione compiuta. Ma da... continua

Industria. Colombini: "Per far crescere la domanda interna servono politiche del lavoro ed una politica industriale rispettosa dell’ambiente"

Roma, 16 ottobre - "Il dato positivo fornito dall’Istat sull’aumento del fatturato e degli ordinativi nel mese di Agosto evidenzia... continua

Donne. Cgil Cisl, Uil: "Conciliazione vita lavoro riguarda tutti i lavoratori non solo le donne. Urgente un incontro con il Governo"

Roma, 16 ottobre -  La conciliazione tempi di vita tempi di lavoro "non è e non deve essere un affare... continua

Sicurezza lavoro. Furlan: "Morte operaio a Bergamo ennesima tragedia che addolora tutti. Sicurezza non può diventare un optional"

15 ottobre 2018 - Un operaio di 44 anni ha perso la vita mentre era al lavoro oggi in provincia... continua

Infrastrutture. Il 30 ottobre a Genova la Cisl chiama a confronto Governo, istituzioni, forze politiche. Ci saranno:  Furlan, Tajani, Rixi, Martina, Bucci, Toti  

Roma, 16 ottobre 2018 - “Infrastrutture: per una stagione di maggiore efficacia con al centro il lavoro, la sicurezza e... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: troppo debole su investimenti e infrastrutture

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Se l'agenda delle infrastrutture non decolla", lettera aperta di Annamaria Furlan, 'Il Messaggero' 17 Ottobre 2018

    Furlan2018Le vicende emblematiche del Terzo Valico ferroviario in Liguria, del Gasdotto Tap in Puglia e della Pedemontana in Veneto sono la cartina da tornasole di un Paese che non sa decidere sul proprio futuro, incapace di valutare, senza pregiudizi ideologici, qualunquismo ed interessi di bottega, l'importanza degli investimenti pubblici in infrastrutture per la crescita e lo sviluppo complessivo del Paese. (...) E' lunghissima la lista delle opere in fase di realizzazione bloccate da ritardi amministrativi, veti della politica, ricorsi alla magistratura, appalti truccati, revisioni dei prezzi, campagne ideologiche. Parliamo di porti, acquedotti, dighe, raccordi stradali, ferrovie, fino alle scuole dei piccoli comuni. Di 37 opere strategiche programmate negli ultimi 15 anni, solo 11 sono arrivate al traguardo. Si stimano in 33 mila posti di lavoro ed in 75 miliardi di euro le ricadute che lo sblocco di queste opere pubbliche avrebbero sull'economia. Stare al Governo significa in primo luogo fare gli interessi generali del Paese e valutare con rispetto e senso di responsabilità anche le decisioni prese dagli Esecutivi precedenti in raccordo con l'Europa. 

FOCUS

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Puglia. Patto per la regione, la Cisl chiede una Cabina di Regia regionale con tutte le parti sociali

21 Ottobre 2016 - “Sul Patto per la Puglia è necessario avere certezza delle risorse, dei tempi e delle opere insieme ad una cabina di regia regionale che verifichi, analizzi l’avanzamento del programma siglato tra il premier Renzi ed il governatore Emiliano durante l’inaugurazione della Fiera del Levante”. Lo ha chiesto il Segretario generale della Cisl di Puglia Basilicata, Daniela Fumarola, nel corso della tavola rotonda organizzata dal sindacato a Bari alla quale hanno partecipato Domenico Favuzzi presidente Confindustria Puglia, Massimo Mazzilli in rappresentanza dell’Anci Puglia e Giovanni Giannini Assessore Infrastrutture Regione Puglia.

“Per la Cisl – ha sottolineato Fumarola – l’auspicio è che si possano rendere esigibili i contenuti del documento sul Masterplan e del Patto per lo sviluppo della Regione Puglia che insieme all’attivazione dei fondi strutturali europei 2014/20 rappresentano un volano importante per lo sviluppo della Puglia e dell’intera area meridionale del Paese”. Agli albori della predisposizione dei contenuti, e dopo ripetute sollecitazioni – ha osservato il Segretario della Cisl – abbiamo incontrato il Presidente Emiliano ed i suoi dirigenti al solo scopo di contribuire alla scelta degli interventi che avrebbero dovuto avere il carattere della cantierabilità, così come richiesto dal Governo, e non poggiare su altre logiche di scelta magari campanilistiche. Purtroppo non abbiamo potuto dare il nostro contributo fin in fondo per cui la lista dei 47 interventi inseriti nel testo definitivo non corrispondono a quel carattere fondamentale: Infatti abbiamo contato 5 interventi in progettazione esecutiva, 10 in progettazione definitiva e avvio lavori, 4 in conclusione lavori la restante parte con altre tipologie non immediatamente esigibili”.

Fumarola ha invitato la Regione ad attivare un’apposita Cabina di Regia presso la Presidenza, per consentire, per effetto del nuovo modello Maia, agli Assessori ed ai Capi Dipartimento di valutare il crono programma da sottoporre alle Parti sociali. Per la Cisl è auspicabile un coordinamento da parte di Anci delle azioni di sistema per le opere sovra comunali, monitorare le procedure autorizzative, unirsi alla richiesta di semplificazione amministrativa perché oggi troppo farraginosa. “Cosi come pensiamo che anche a Confindustria possa interessare condurre questa giusta rivendicazione, insieme al rispetto delle regole sulla legalità negli appalti, alla lotta alle possibili infiltrazioni malavitose, la sicurezza sui cantieri, inserire clausole sociali che aiutino i lavoratori espulsi dai processi produttivi a reimpiegarsi” ha aggiunto Fumarola.

Nel corso del proprio intervento il Presidnte di Confindustria, Domenico Favuzzi ha posto l’accento sul concetto che “l’intero Paese può migliorare la sua situazione solo attraverso uno sviluppo equilibrato del Sud. Non servono misure dedicate per il Mezzogiorno, ma politiche più intense rispetto a quelle necessarie al resto del Paese e soprattutto certe su un orizzonte temporale più ampio, cercando di guardare avanti, magari oltre il 2020. Siamo in una fase di forte trasformazione dell’economia a livello internazionale e stiamo tentando di venire fuori da una crisi nazionale che si protrae dal 2008. E’ necessario sfruttare pienamente e con intelligenza i fondi strutturali europei e le risorse nazionali per la coesione e far ripartire gli investimenti pubblici e privati, consentendo al Sud di essere un vero e proprio laboratorio di sperimentazione: selezionando con accortezza gli interventi sulle infrastrutture, in particolare sul sistema delle aree ferroviarie, gli interventi prioritari di rigenerazione urbana, quelli per lo sviluppo industriale. Il Patto per la Puglia può essere il contenitore in cui mettere ordine a queste priorità, attraverso un dialogo costante con le forze economiche e sociali del territorio”.

Il rappresentante dell’Anci, Mazzilli, ha proposto un Patto di solidarietà tra tutte le parti al tavolo per spendere al meglio le risorse contenute nel Patto per la Puglia “anche se – ha osservato – da sole le risorse non possono risollevare le sorti del territorio regionale senza precise strategie di lungo respiro e maggiormente condivise”. Mentre l’assessore Giannini, sollecitato dai partecipanti alla tavola rotonda, ha proposto delle riunioni bimestrali per “fare il punto sulla progettazione delle opere che riguardano l’assessorato che rappresento”. In conclusione dei lavori Fumarola ha chiesto di “condividere una strada da percorrere insieme nei tempi previsti dai documenti, con l’auspicio di poter avere periodicamente aggiornamenti da parte della Regione sull’andamento del patto e poter indicare le criticità non solo sul piano generale ma per il nostro specifico compito anche occupazionale, del rispetto delle leggi e contratti da parte degli assegnatari degli appalti”.

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

Ilva, Mittal dà il via libera alle cessioni

Il gruppo indiano annuncia la dismissione di 4 siti in Europa: c’è anche Piombino. Proseguono le trattative ...

CONQUISTE DEL LAVORO

Industria 4.0, la sfida si chiama formazione

La rivoluzione digitale modificherà il lavoro nelle fabbriche e cambierà il volto delle relazioniindustriali. Ma per non rimanere indietro il...

Ryanair, firmato il contratto collettivo italiano per gli assistenti di volo

Fit Cisl: nostro prossimo obiettivo è migliorare anche il contratto dei piloti del vettore irlandese. Lo scopo finale è dare...

Industria, torna il segno più

Istat: dopo i cali di luglio, il fatturato sale dell’1,2% e gli ordinativi del 4,9%. A settembre frena l’inflazione: meno...

Ilva, Mittal dà il via libera alle cessioni

Il gruppo indiano annuncia la dismissione di 4 siti in Europa: c’è anche Piombino. Proseguono le trattative ...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa