Lavoro. Flaei Cisl Emilia Centrale: proclamato lo sciopero per il 13 gennaio per il rinnovo ccnl del settore elettrico

Modena, 20 dicembre 2016. Si è svolto ieri mattina davanti ai cancelli della sede modenese di Hera un volantinaggio sindacale sullo sciopero proclamato per il prossimo 13 gennaio dai lavoratori del settore elettrico per sollecitare il rinnovo del contratto nazionale. A Modena e provincia il contratto interessa circa 500 addetti delle due aziende Hera e Enel. In preparazione dello sciopero sono state organizzate dieci assemblee e altre iniziative sono in preparazione. Ieri mattina le rsu di Hera, insieme ai rappresentanti dei sindacati modenesi Filctem Cgil, Cisl Reti e Uiltec Uil, hanno distribuito volantini alla cittadinanza per spiegare le ragioni dello sciopero unitario. Il contratto del settore elettrico è scaduto da un anno e nelle ultime settimane si è registrato un arretramento delle posizioni aziendali; è fallito anche il tentativo di conciliazione presso il Ministero del Lavoro. «In questi anni di forte crisi, i sindacati hanno responsabilmente garantito l’accompagnamento ai pesanti processi di efficientamento e riorganizzazione, avanzando proposte per supportare la transizione industriale in atto – affermano Filctem Cgil, Flaei Cisl Emilia Centrale e Uiltec Uil - Le aziende, invece, hanno risposto chiedendo la riduzione della funzione negoziale del sindacato su istituti come reperibilità, orario, turni, trasferimenti, provvedimenti disciplinari. Per questo abbiamo proclamato otto ore di sciopero nazionale per il 13 gennaio, il blocco degli straordinari dal 17 dicembre al 16 gennaio (con esclusione del periodo 20 dicembre-6 gennaio) e confermato il blocco delle relazioni sindacali in tutto il settore, fatti salvi – concludono i sindacati - incontri previsti per legge e legati a scadenze non rinviabili».

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.