Puglia. Preoccupazione dei lavoratori per produzione che non riparte

Taranto, 19 gennaio 2017. I rappresentanti sindacali unitari della Fim Cisl di Taranto, insieme all’esecutivo e al coordinatore Rsu, questa mattina, hanno inviato ai commissari dell’Ilva una richiesta di chiarimenti su “ordini al reparto Produzione lamiere (Pla)”. In particolare la Fim Cisl denuncia come «nonostante fosse stato più volte segnalato, “rumors” di reparto ci comunicano che il continuo slittamento della ripresa del reparto Pla 2 sia dovuto ad una precisa volontà di non prendere nuovi ordini e di sospendere quelli in essere». Dalle notizie in possesso della struttura Fim Cisl di fabbrica, un pezzo dello stesso reparto (Sidercomit) è costretto a fermarsi per mancanza di “vernice”, perché troppo costosa. «A seguito della denuncia dei giorni scorsi, relativa ai continui sprechi che padroneggiano in fabbrica durante questa gestione – spiegano dalla Fim Cisl – ci sembra paradossale parlare di costi di materiale da lavoro e, ancor peggio, di sospensione di ordini. Dallo stesso reparto avevamo avuto notizie più confortanti: avrebbero rimesso in marcia gli impianti, grazie alle commesse acquisite per il 2017. La preoccupazione cresce, poiché proprio la ripartenza del Pla avrebbe permesso di alimentare i Tubifici, fermi da molti mesi». Considerato il clima di forte incertezza, la Fim Cisl ha interrogato i commissari, con la speranza di avere adeguate e celeri risposte rispetto alla problematica evidenziate.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.