• Manifestazione di Cgil Cisl Uil del 9 febbraio Lettera di Annamaria Furlan agli iscritti:

    Manifestazione di Cgil Cisl Uil del 9 febbraio
    Lettera di Annamaria Furlan agli iscritti: "Mobilitiamoci insieme per cambiare le scelte economiche del Governo"

    Continua...

  • Sindacato Furlan:

    Sindacato
    Furlan: "Cisl primo sindacato nel comparto istruzione e funzioni centrali P.A. Ottimi risultati in tutti i settori del Pubblico Impiego"

    Continua...

  • Riders Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Riders
    Sentenza di Torino passo importante. Ora elevare le tutele a tutti i lavoratori della gig economy

    Continua...

  • MigrantiFurlan:

    Migranti
    Furlan: "Positivo l'accordo su Sea Wacht e Sea Eye. Giusto che sia l’Europa a farsi carico dell’accoglienza"

    Continua...

  • Sindacato  Giovanna Ventura eletta Presidente del Caf Cisl nazionale

    Sindacato
    Giovanna Ventura eletta Presidente del Caf Cisl nazionale

    Continua...

  • Pensioni Cisl e Fnp:

    Pensioni
    Cisl e Fnp: "Inaccettabile la riduzione della rivalutazione per finanziare altre misure. Pronti alla mobilitazione per cambiare la norma"

    Continua...

  • L’appello del mondo cattolico

    L’appello del mondo cattolico
    "Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Dl Semplificazioni. Cuccello: "Necessarie soluzioni che non creino tensioni occupazionali su art. 177 codice appalti"

Roma, 20 gennaio 2019 - “La discussione in atto sul decreto semplificazioni, relativa all’articolo 177 del codice degli appalti ... continua

Governo. Furlan: "Auspico un confronto importante"

Bologna, 21 gennaio 2019 -  "Speriamo che dopo la nostra manifestazione che vedra' la partecipazione di tanti lavoratori, pensionati, giovani... continua

Bankitalia. Furlan: "Il termine recessione spaventa tutti. E' una situazione che preoccupa moltissimo"

Bologna, 21 gennaio 2019 -  "E' una situazione che preoccupa moltissimo": cosi' il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, ha... continua

Ansaldo. Furlan: "Morto operaio fatto gravissimo. Sicurezza resta emergenza nazionale"

Roma 21 gennaio 2019 - "Un lavoratore di 30 anni ha perso la vita oggi a Genova all’Ansaldo Energia. Un... continua

Lavoro. Furlan: "Mobilitazione 9 febbraio su prima emergenza del paese"

Roma, 20 gennaio 2019. “Il lavoro continua ad essere la prima emergenza sociale del paese. Per questo ci mobiliteremo il... continua

Venezuela. Furlan: "Solidarietà a Tajani. Minacce inaccettabili" 

Roma,  20 gennaio 2019. Solidarietà e vicinanza al Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani. Sono inaccettabili e gravi le minacce... continua

Labor TV

Manovra. Furlan: ora confronto con il sindacato o iniziativa nazionale

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Furlan ci spiega perché il governo fa il contrario di quello che serve", Il Foglio del 18 gennaio 2019

    furlan"E' il governo alla rovescia. Bloccano quello che dovrebbero rilanciare e finanziano quello che dovrebbero ridurre. Bloccano le infrastrutture, grandi e piccole, che collegherebbero il sud al nord del paese, e il nord al resto d'Europa, e così facendo congelano 100 miliardi di finanziamenti e tra i 4 e 500.000 posti di lavoro. E poi finanziano misure assistenzialistiche de dovrebbero ridurre la disoccupazione". (...) E alla domanda sulla legge di bilancio Furlan risponde "E' una manovra che non contiene alcuna leva per la crescita e lo sviluppo. E anzi tagli di 5,8 miliardi in tre anni il fondo di investimenti alle amministrazioni centrali, di 1,2 miliardi quelle per le amministrazioni territoriali". Per Furlan questo è un governo "nemico del cambiamento: quella che stiamo vivendo è la transizione del lavoro verso la digitalizzazione e l'informatizzazione"

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Lombardia. Sfratti, Sindacato inquilini: "Su gestione emergenza abitativa, famiglie senza tutela"

Milano, 26 Maggio 2015 - "Sulla gestione dell'emergenza abitativa e degli sfratti il Comune non ci ripensa e lascia concretamente senza tutela migliaia di famiglie". Questa la denuncia agli organi di informazione dei sindacati degli inquilini Sicet, Unione inquilini, Uniat e Conia, dopo il no nell'incontro di ieri, da parte dell'Assessore e del rappresentante del Sindaco, alla richiesta dei Sindacati Inquilini di ripristinare immediatamente la possibilità di presentare la domanda di assegnazione in deroga, avvenuto nell'incontro di ieri. "Una situazione gravissima, insostenibile e senza precedenti per Milano che è la conseguenza di scelte sbagliate e inefficaci fatte in questi anni" sottolineano in una nota che così prosegue:

"Nell'incontro di ieri sera, in prosieguo a quello svoltosi lo scorso 18 maggio in concomitanza con il Presidio sindacale a Palazzo Marino, il Comune di Milano ha respinto le richieste dei rappresentanti dei Sindacati Inquilini e ha confermato la sua decisione di dichiarare improcedibili tutte le domande in deroga presentate dalle famiglie con uno sfratto o un'emergenza sopravvenuta.

Abbiamo già avuto modo di spiegare che questa decisione crea una situazione di totale assenza di tutela nei confronti di migliaia di famiglie, colpisce nel profondo i diritti e offende proprio le famiglie più povere.

Inoltre cancella, da un giorno all'altro, un modello di intervento sulla gestione dell'emergenza abitativa che, seppure tra molte difficoltà, ha fino a ieri permesso a Milano di non avere situazioni fuori controllo come accaduto in altre importanti aree metropolitane.

E lo fa senza una spiegazione plausibile sotto ogni profilo: giuridico, logico-amministrativo, politico e senza proporre alternative credibili.

L'abbiamo già sottolineato una volta e lo ripetiamo ancora affinché sia assolutamente chiaro: il problema alla base dei provvedimenti di improcedibilità non è l'innalzamento o meno della percentuale di assegnazioni in deroga da parte della Regione, ma l'incapacità degli Uffici Comunali di rispondere in tempi appropriati alle istanze delle famiglie in emergenza abitativa e il mancato rispetto della Giunta Comunale degli impegni assunti per mantenere e, anzi, aumentare l'offerta abitativa a canone sociale.

Nessuna delle proposte avanzate ieri da parte del Comune, che pure i Sindacati Inquilini sono disposti a discutere e approfondire, costituisce una valida alternative alla possibilità da parte dei cittadini di presentare una richiesta di assegnazione in deroga.

Né la costituzione di quello che viene definito il "polmone abitativo" del quale non si conoscono tempi e modalità, ma che in ogni caso non è immediatamente disponibile.

Né la procedura da definire con la Prefettura per la graduazione degli sfratti per morosità incolpevole, perché già prevista dalle norme e, per come applicate dal Comune, riguarda qualche decina di situazioni.

Né l'indizione nel prossimo mese di giugno del Bando Generale per le case popolari, perché, non solo è un atto dovuto che arriva in ritardo di qualche mese, ma anche perché quest'anno il Comune di Milano (per la prima volta dopo 11 anni) ne farà solo uno, anziché i due bandi consueti, e quindi, permetterà ameno famiglie di parteciparvi o di adeguare la loro situazione.

Né l'invio di 2.000 lettere da parte dell'Assessore alle altrettante famiglie che hanno ricevuto il provvedimento di improcedibilità, delle quali non ci è stato riferito il contenuto preciso, ma che dovrebbero "testimoniare" il senso di vicinanza del Comune alla loro situazione.

Invitiamo nuovamente il Sindaco e l'Assessore a recedere immediatamente da questa assurda e immotivata decisione che coinvolge e lascia prive di ogni tutela e risposta le famiglie sfrattate, ripristinando immediatamente la possibilità di presentare le domande di assegnazione in deroga.

Sollecitiamo tutta la Giunta a rispettare gli Accordi Sindacali sottoscritti e a riprendere il confronto sia su questo tema, sia su quello più generale delle politiche abitative comunali, evitando di presentarsi agli incontri avendo già assunto decisioni importanti ritenute irrevocabili.

Inoltre siamo in attesa che il TAR della Lombardia decida sui ricorsi di impugnazione dei provvedimenti di improcedibilità presentati nei giorni scorsi dai Sindacati Inquilini per conto di alcune famiglie.

Nei prossimi giorni su questo tema organizzeremo nuove iniziative di mobilitazione e sensibilizzazione politica".

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Tim, Elliott: subito creazione e separazione della rete

Il fondo americano passa al contrattacco dopo lo stop imposto dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al progetto di...

Tim ribassa le stime di bilancio. Tonfo in Borsa

I risultati preliminari del 2018 e le previsioni per il 2019 non sono una vera sorpresa per il mercato...

Grecia, 24 ore di sciopero generale in solidarietà con gli insegnanti

La protesta proclamata dal maggiore sindacato del settore pubblico, l'Adedy, contro i piani del governo per apportare modifiche al sistema...

Le critiche dei sindacati al decretone del Governo

Troppi paletti e poche risorse sul reddito di cittadinanza, mentre quota 100 penalizza le donneCgil Cisl e Uil contestano il...

Auto, mercato europeo piatto nel 2018

E’ il dato peggiore dal 2013. Arranca Fca: vendite giù del 2,3%. In Italia calano fatturato e ordini mentre incombe...

CONQUISTE DEL LAVORO

Tim, Elliott: subito creazione e separazione della rete

Il fondo americano passa al contrattacco dopo lo stop imposto dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al progetto di...

Tim ribassa le stime di bilancio. Tonfo in Borsa

I risultati preliminari del 2018 e le previsioni per il 2019 non sono una vera sorpresa per il mercato...

Grecia, 24 ore di sciopero generale in solidarietà con gli insegnanti

La protesta proclamata dal maggiore sindacato del settore pubblico, l'Adedy, contro i piani del governo per apportare modifiche al sistema...

Le critiche dei sindacati al decretone del Governo

Troppi paletti e poche risorse sul reddito di cittadinanza, mentre quota 100 penalizza le donneCgil Cisl e Uil contestano il...

Auto, mercato europeo piatto nel 2018

E’ il dato peggiore dal 2013. Arranca Fca: vendite giù del 2,3%. In Italia calano fatturato e ordini mentre incombe...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa