Sardegna. Meazza (Adiconsum): “Basta con la Campagna diffamatoria nei confronti di Adiconsum Sardegna da parte del gestore idrico Abbanoa”

24 febbraio 2017. Non si placano i toni della Campagna diffamatoria posta in atto dal gestore idrico sardo Abbanoa nei confronti di Adiconsum Sardegna. Walter Meazza, Presidente di Adiconsum nazionale, ricorda ad Abbanoa che la conciliazione paritetica per la risoluzione stragiudiziale dei contenziosi tra le aziende di servizio e i consumatori è nata grazie ad Adiconsum, più di 20 anni fa. Pertanto Adiconsum conosce molto bene le regole relative al funzionamento della procedura di conciliazione e della formazione degli operatori. Sono anni che Adiconsum fa conciliazione con tutte le aziende di servizio, dalla telefonia all’energia, dalle banche alle compagnie di assicurazione, a Poste italiane, ecc.. Con tutte queste aziende Adiconsum concilia seguendo pedissequamente le regole della conciliazione paritetica e stessa procedura pone in essere anche nel confronto con Abbanoa. Stupisce, pertanto, e non poco, - continua Meazza - questa campagna diffamatoria messa in atto da mesi da Abbanoa, la quale attribuisce le mancate conciliazioni all’inadeguatezza dei conciliatori ed in particolare all’incompatibilità del presidente di Adiconsum Sardegna. Ma il risultato vero di questa campagna, purtroppo, è un altro ed è la mancata tutela offerta nei confronti dei consumatori sardi. È questo che Abbanoa vuole? Noi di Adiconsum no di certo. Adiconsum - conclude Meazza – ha già chiesto al Presidente della Regione Sardegna Pigliaru, all'Autorità Garante della concorrenza e del mercato e all'Autorità per l’energia elettrica il gas e il servizio idrico, un incontro urgente per risolvere l’annosa vicenda, che continua a vedere quale parte lesa migliaia di consumatori sardi privati della loro tutela in un servizio, come quello idrico, essenziale per la vita delle persone.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.