Sicilia. Atto vandalico busto Falcone, Cisl: "un grave segno di incultura, violenza, degrado"

10 Luglio 2'017 - La statua di Giovanni Falcone che si erge davanti alla scuola che porta il nome del magistrato, nel quartiere Zen a Palermo, stamani è stata gravemente danneggiata. Ignoti hanno staccato la testa dal busto e utilizzato poi un pezzo della scultura come ariete contro il muro dell’istituto. Sulla vicenda è stata aperta una indagine. Non è la prima volta che la statua che ricorda il magistrato, subisce danneggiamenti. Ma gli atti vandalici di oggi arrivano a poco più di una settimana dall’anniversario della strage di via D’Amelio, il 19 luglio 1992, nella quale la mafia assassinò Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta. "Un grave segno di incultura, vilenza, degrado ma un simbolo vive nonostante il piccone"- sottolinea via Twitter, il segretario della Cisl Sicilia Mimmo Milazzo. 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.