Ryanair. Piras (Fit-Cisl): "Tra i diritti fondamentali dei lavoratori che non possono essere calpestati, c'è l'essere rappresentati"

Roma, 7 ottobre - “Ai piloti del vettore irlandese  non bastano un contratto regolare e un dovuto aumento di stipendio. Questo dimostra che il sindacato svolge un ruolo irrinunciabile per i lavoratori e la democrazia tutta". Così dichiara Antonio Piras, Segretario generale della Fit-Cisl, in merito alla richiesta dei piloti di Ryanair di potersi iscrivere liberamente a un sindacato come condizione per poter continuare a lavorare per la compagnia irlandese. L'adesione al sindacato è un diritto garantito dalla nostra Costituzione: chi denigra le organizzazioni sindacali se ne faccia una ragione.“Ryanair impari la lezione: i lavoratori hanno dei diritti fondamentali che non possono essere calpestati. Uno di questi è essere rappresentati da un sindacato”, conclude la nota. 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.