Puglia. Sindacati: Bene percorso di rilancio polo aeroportuale Gino Lisa

Foggia, 9 ottobre 2017. Le segreterie territoriali di CGIL, CISL e Uil di Foggia esprimono un “giudizio positivo” sul percorso di rilancio dell’Aeroporto “Gino Lisa” indicato dalla Regione Puglia. I segretari generali Maurizio Carmeno, Emilio Di Conza e Gianni Ricci esprimono apprezzamento per la progettualità messa in campo dal Governatore pugliese, Michele Emiliano, e dagli assessori regionali, Raffaele Piemontese, Leonardo Di Gioia e Antonio Nunziante, ufficializzata nella conferenza stampa tenuta il 6 ottobre a Foggia e nel Consiglio Comunale monotematico, che “può rappresentare una svolta significativa nella tanto auspicata direzione di riapertura dello scalo foggiano ai voli civili”. CGIL, CISL e UIL di Capitanata evidenziano altresì “la necessità di aprire un serio confronto sulla sostenibilità del progetto, coinvolgendo pienamente tutte le parti sociali, produttive ed Istituzionali al fine di porre, in maniera condivisa, le basi solide e durature affinché l’aeroporto “Gino Lisa” di Foggia possa presto riaprire le attività, al servizio di un territorio vasto – sottolineano Carmeno, Di Conza e Ricci - che comprenda non solo la Capitanata e la Puglia ma anche le importanti zone limitrofe, come quelle del Molise e della Basilicata, anch’esse fortemente bisognose di un approdo aeroportuale fruibile per la sempre più variegata e qualificata offerta turistica presente”. In questa direzione, CGIL, CISL e UIL territoriali auspicano di poter arrivare ad “una forte accelerazione dei tempi d’utilizzo delle risorse disponibili all’infrastrutturazione dell’area aeroportuale e dell’intero territorio provinciale. Obiettivo prioritario di tutti gli attori sociali e politici non può che essere l’apertura dei cantieri e la realizzazione dei lavori indispensabili sia alla dotazione strutturale dell’area ma anche alla creazione di nuove opportunità occupazionali per i numerosi lavoratori, giovani e meno giovani, tagliati fuori dal mercato del lavoro in questi difficili anni di crisi”. Alla Regione Puglia, pertanto, le segreterie territoriali di CGIL, CISL e UIL chiedono dunque “di procedere speditamente lungo il percorso indicato, confermando la assoluta necessità – affermano Carmen, Di Conza e Ricci - di integrare il sistema dei trasporti (portuale, aeroportuale, viario e ferroviario) e della mobilità nel sistema territoriale e più complessivamente a livello regionale”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.