• ManovraIl 19 dicembre gli attivi unitari nazionali di Cgil Cisl Uil.  Furlan a Milano al Teatro Nuovo

    Manovra
    Il 19 dicembre gli attivi unitari nazionali di Cgil Cisl Uil.
    Furlan a Milano al Teatro Nuovo

    Continua...

  • Lavoro Furlan:

    Lavoro
    Furlan: "Accordo con Cooperative importante ed innovativo per creare buona occupazione, innalzare i salari e contrastare il dumping contrattuale"

    Continua...

  • Manovra Furlan:

    Manovra
    Furlan: "Dal Presidente Conte molta attenzione sulle proposte del sindacato"

    Continua...

  • Rapporto CensisFurlan:

    Rapporto Censis
    Furlan: "Delinea il quadro di un paese che non cresce e non crede piu’ nel suo futuro"

    Continua...

  • Congresso Ituc Furlan:

    Congresso Ituc
    Furlan: "Serve un nuovo modello di produzione ma globalizzando anche i diritti delle persone"

    Continua...

  • L’appello del mondo cattolico

    L’appello del mondo cattolico
    "Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

    Continua...

  • FcaFurlan:

    Fca
    Furlan: "I nuovi investimenti di 5 miliardi
    annunciati dal Gruppo, una buona notizia
    per i lavoratori e per tutto il sistema - paese"

    Continua...

  • Infrastrutture Furlan:

    Infrastrutture
    Furlan: "Indispensabili per il futuro del nostro Paese e delle nostre imprese"

    Continua...

  • Pubblico Impiego Ecco le proposte di Cgil, Cisl, Uil per cambiare la legge di bilancio. Furlan:

    Pubblico Impiego
    Ecco le proposte di Cgil, Cisl, Uil per cambiare la legge di bilancio. Furlan: "Contratto, assunzioni, piu’ risorse e piu’ valore al lavoro pubblico"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Migranti. Cgil, Cisl, Ui: "Per una corretta integrazione dare centralità a diritti umani e dignità lavoro"

Roma, 18 dicembre 2018 - “Quest’anno la Giornata internazionale dei migranti coincide con i settant’anni della Dichiarazione universale dei diritti... continua

Lavoro. Sbarra in visita alla Callipo: "Contrattazione centrale nei processi di sviluppo e integrazione del Mezzogiorno"

17 dicembre 2018. Il segretario generale aggiunto Luigi Sbarra ha visitato a Vibo Valentia lo stabilimento produttivo Callipo insieme al... continua

Manovra. Furlan a Milano per l'attivo unitario delle Regioni del Nord

Milano,  17 dicembre 2018 - Mercoledi 19 dicembre la leader nazionale della Cisl, Annamaria Furlan,  sarà a Milano, per partecipare... continua

Politica. Furlan: "Grave ed inqualificabile il pestaggio subito da Mara Lapia del M5S"

17 dicembre 2018 - "Il pestaggio brutale subito da Mara Lapia e’ un atto grave ed inqualificabile. Solidarietà e vicinanza... continua

Megalizzi. Furlan: "L'Europa non dimenticherà il sacrificio di Antonio"

14 dicembre 2018 - "Addolora il sindacato e tutti i lavoratori la tragica morte di Antonio Megalizzi il giornalista italiano... continua

Scuola. Furlan: "Sentenza su Lodi vittoria della legalità. Scuola deve unire non dividere i bambini"

14 dicembre 2018 - “Una vittoria della legalità e della ragionevolezza la sentenza del Tribunale di Milano che condanna il... continua

Labor TV

Annamaria Furlan ospite della trasmissione Radio Anch'io sul canale Rai Radio1

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • "Soprattutto al Sud serve un patto tra generazioni", intervento di Annamaria Furlan, 'Il Corriere del Mezzogiorno' del 9 Dicembre 2018

    FurlanL'ultimo Rapporto Censis ha delineato un quadro decisamente preoccupante per il nostro Paese, soprattutto per le regioni del Mezzogiorno. Abbiamo visto sfiorire la ripresa economica, sono cresciute le diseguaglianze sociali e l'emarginazione, i redditi non crescono, i giovani vanno a cercare lavoro all'estero come accadeva negli anni cinquanta. Ecco perché non c'é altra strada che ripartire, con decisione e provvedimenti straordinari dalla crescita allo sviluppo.(...) Lunedì incontreremo finalmente il Presidente del Consiglio Conte. Sono tante le questioni aperte ed è sicuramente importante che il Governo abbia riconosciuto finalmente l'importanza di aprire un dialogo con il sindacato.

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

tesseramento 2018 orizzontale nologo lowres

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Sicilia. Società partecipate, tra una settimana la scadenza della revisione degli organici. Allarme Cisl: riscjhio esuberi

23 Novembre 2017 - A seguito del decreto che ridisegna lo scenario delle società nel portafoglio degli enti, adottato nell’ambito della riforma Madia, in Sicilia come altrove, tra una settimana dovrà essere pronta la “revisione degli organici” per le società partecipate a pubbliche amministrazioni. La Cisl siciliana lancia lallarme sulle conseguenze del provvedimento che, in un contesto in cui il 40% delle società risulta inattivo o in rosso, allontanerebbe la stabilizzazione dei precari. Le società partecipate da pubbliche amministrazioni, entro il 30 novembre dovranno aver completato la revisione degli organici per rilevare gli eventuali esuberi di personale. Il report con la disamina dovrà essere inviato alla Corte dei conti per un verso, agli uffici competenti della Regione, per un altro. A mettere sul chi vive forze sociali e istituzioni, “a cominciare dall’Anci e dal neo-presidente della Regione Nello Musumeci”, la Cisl Sicilia che ricorda che “la novità è arrivata col recente testo unico delle società a partecipazione pubblica”, il decreto legislativo 175/2016, nell’ambito della cosiddetta riforma Madia della pubblica amministrazione. È un vincolo, sottolinea il sindacato, ma “potrebbe tradursi in opportunità se solo si cogliesse l’occasione per una riorganizzazione che combinasse utilità sociale, convenienza economica e sostenibilità finanziaria senza però ignorare l’impatto sul mondo del lavoro e sulla società”. Per questo, afferma il segretario generale regionale Mimmo Milazzo, “c’è bisogno di partire al più presto con un dialogo sociale franco e aperto tra sindacati, Regione ed enti locali”. Tato più che quasi il 40% del totale delle società partecipate (345), per la precisione 145, risulta inattivo o in rosso con un rischio occupazione che incombe direttamente su 4500 addetti.

Scenari inusuali con scadenze-mannaia. Ma ad aprire “scenari inusuali e non proprio rassicuranti, a cominciare dal fronte dei precari”, sono altre due scadenze richiamate dalla Cisl, che al futuro delle Partecipate ha dedicato un focus, a Palermo, con la partecipazione del segretario confederale Andrea Cuccello; di Nicola Tonveronachi, ceo del Centro studi enti locali di San Miniato, Pisa; e di Riccardo Compagnino, esperto di contabilità pubblica e consulente del sindacato. Le due scadenze-mannaia che pesano sul microcosmo delle Partecipate, sono quelle del 30 settembre entro il quale gli enti locali avrebbero dovuto chiudere il bilancio consolidato e realizzare la cosiddetta revisione straordinaria delle partecipazioni. Due adempimenti, sottolinea la Cisl, imposti anch’essi dal decreto legislativo 175. Che rimandano a una sorta di rivoluzione copernicana del rapporto tra pubblica amministrazione e società. E che risultano fin qui ignorati da buona parte degli enti pubblici dell’Isola.

Bilancio consolidato e revisione straordinaria. Quanto al bilancio consolidato, che obbliga le istituzioni locali a comportarsi come holding con un unico bilancio di gruppo, certificato, “quest’anno – spiega Tonveronachi – è stato previsto in via straordinaria per i Comuni sopra i cinquemila abitanti. Dal 2018 sarà obbligatorio per tutti, piccoli Comuni compresi”. E anche il monitoraggio delle partecipazioni, per verificare quali dismettere e quali no, “quest’anno è stato disposto in via straordinaria entro settembre, dal 2018 sarà obbligatorio entro ogni 31 dicembre”.

Comuni inadempienti e allarme precari. Ora, denuncia la Cisl, il punto è che le pubbliche amministrazioni che non hanno ancora approvato il consolidato come richiesto dalla riforma, “non potranno stabilizzare i precari che impiegano”. Un rischio che allarma così come quello legato alla revisione degli organici. E la preoccupazione monta tanto più in quanto “gli unici dati al momento noti – segnala Milazzo – sono quelli di fonte Anci secondo cui in Sicilia, finora, 184 Comuni non hanno deliberato il preventivo 2017-2019 e ben 264 non hanno neppure varato il consuntivo 2016”. “Ma se manca il consuntivo – si chiede il sindacato – come si fa a fare un consolidato?”. Come dire che il tema dei precari, stando così le cose, non può neanche essere messo all’ordine del giorno.

L’ombra di mille incognite. Insomma, sulla finanza pubblica dell’Isola si addensa l’ombra di mille incognite. Oltretutto perché, con le parole di Compagnino, “la Sicilia è la regione che dal 2012 al 2016 ha subito il taglio più cospicuo di trasferimenti finanziari dallo Stato”. È anche per questo che il Pil, in quegli anni, è crollato del 14 per cento. Risorse sottratte al circuito dell’economia come quelle relative all’Irpef: 30 miliardi 538 milioni che lo Stato non ha versato nelle casse della Sicilia nel decennio 2003-2014. Così, è per evitare l’ulteriore avvitamento che sarebbe ora il caso, sottolinea l’esperto, che il governo nuovo di zecca “sollecitasse i Comuni ad ottemperare alle disposizioni di legge”.

Lavoratori al centro. Nello scenario che si apre, per la Cisl il tema al centro di ogni cosa sarà comunque “il destino dei lavoratori”. “Presteremo la massima attenzione – ripete Cuccello – anche perché l’articolo 28 del decreto 175 impedisce la mobilità di eventuali lavoratori in esubero, tra Partecipate”. E questo per il sindacato è motivo di grande preoccupazione. I lavoratori non possono essere l’ultima delle priorità. Né “la cenerentola che paga per tutti”.
Umberto Ginestra

Leggi anche:

Società Partecipate. Cgil Cisl Uil chiedono incontro su vertenza a Governo, Regioni, Anci e Upi Società Partecipate. Cgil Cisl Uil chiedono incontro su vertenza a Governo, Regioni, Anci e Upi
Roma, 28 marzo 2018. "Il 31 marzo 2018, cme previsto dall'art. 25 del dl. lgs. 175/2016,  segna la conclusione del periodo dei 6 mesi utili alla...

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

copertina_conquiste_del_lavoro

Auto, mercato europeo in calo a novembre

Le immatricolazioni calano dell’8%. Verso crescita zero nel 2018. Male Fca. Intanto Di Maio rassicura sull’ecotassa: nessun aggravio per le...

Coop e sindacati firmano accordo

Si punta sullo sviluppo della contrattazione di secondo livello e sulla partecipazione dei lavoratorialla gestione dell’impresa per aumentare la produttività...

Accordo sulla Brexit appeso al nodo backstop

Dopo essere scampata al voto di sfiducia del suo Parlamento, Theresa May affronta oggi un altro appuntamento campale: quello con...

Alitalia, esuberi zero e governo nell’azionariato

Di Maio incontra i sindacati e lancia l’idea di far entrare il Mef nel capitale: il modello è AirFrance.Con Fs...

Manovra, trattativa con Bruxelles fino all'ultimo decimale

Il premier Giuseppe Conte: questa legge di bilancio è coerente, fondamentale il dialogo con la Ue. Il ministro dell’Economia, Giuseppe...

CONQUISTE DEL LAVORO

Auto, mercato europeo in calo a novembre

Le immatricolazioni calano dell’8%. Verso crescita zero nel 2018. Male Fca. Intanto Di Maio rassicura sull’ecotassa: nessun aggravio per le...

Coop e sindacati firmano accordo

Si punta sullo sviluppo della contrattazione di secondo livello e sulla partecipazione dei lavoratorialla gestione dell’impresa per aumentare la produttività...

Accordo sulla Brexit appeso al nodo backstop

Dopo essere scampata al voto di sfiducia del suo Parlamento, Theresa May affronta oggi un altro appuntamento campale: quello con...

Alitalia, esuberi zero e governo nell’azionariato

Di Maio incontra i sindacati e lancia l’idea di far entrare il Mef nel capitale: il modello è AirFrance.Con Fs...

Manovra, trattativa con Bruxelles fino all'ultimo decimale

Il premier Giuseppe Conte: questa legge di bilancio è coerente, fondamentale il dialogo con la Ue. Il ministro dell’Economia, Giuseppe...

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa