Toscana. Appalti pulizie treni: sciopero di 4 ore dei dipendenti della Dussmann

Firenze, 22 febbraio 2018.  Filt-Cigl, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Orsa, Ugl e Fast preoccupate per la situazione della Dussmann (120 addetti), società che si è aggiudicata uno dei tre lotti dell’appalto per le pulizie riguardante il trasporto regionale, hanno indetto uno sciopero di 4 ore per domani, venerdi 23 febbraio.  
"Il 31/10/2017 le OO.SS. della Toscana e la società Dussmann (aggiudicataria del lotto DPR Toscana 3 delle pulizie dei materiali rotabili) -si legge infatti in un comunicato congiunto dei sindacati- hanno siglato un accordo in sede di unità di crisi della Regione Toscana che garantiva la riassunzione di tutto il personale impiegato in quell’appalto alla data del passaggio. Tale “patto sociale” è stato rinnegato dalla Dussmann fin da subito disattendendo gli accordi con le parti sociali e la regione. Accusando mancato fatturato per “colpe” di Trenitalia e giocando a rimpalli di responsabilità, Dussmann ha unilateralmente dichiarato esuberi anche oltre il 30% e trasferimenti coatti del personale. La regione sostiene di metterci più soldi, Trenitalia sostiene di dare il lavoro previsto, Dussmann sostiene che ci rimette ma è certo che i lavoratori, e le loro famiglie, subiscono". 
L’azienda, dove è già in atto un contratto di solidarietà con una riduzione del 10% dell’orario, ha annunciato infatti un’ulteriore riduzione, che metterebbe in forte diffficoltà i lavoratori e peggiorerebbe la qualità del servizio per i viaggiatori.
Per spiegare le ragioni dello sciopero, la situazione della Dussmann e i rischi per l’intero settore degli appalti pulizie sui treni, è convocata una conferenza stampa, domani mattina, Venerdì 23 Febbraio, nella sede della Fit-Cisl Toscana, in via Cittadella 58/r, alle ore 11,00.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.