• XXIV Giornata in ricordo di tutte le vittime delle mafie Furlan:

    XXIV Giornata in ricordo di tutte le vittime delle mafie
    Furlan: "Ha ragione il Presidente Mattarella. Serve l'impegno di tutti per combattere la mafia"

    Continua...

  • Cgil Cisl Uil Il 21 marzo bandiere dell'Unione Europea esposte  in tutte le sedi sindacali

    Cgil Cisl Uil
    Il 21 marzo bandiere dell'Unione Europea esposte
    in tutte le sedi sindacali
    "Più diritti, lavoro e solidarietà"

    Continua...

  • Biagi Furlan:

    Biagi
    Furlan: "Ha pagato con la vita per difendere le proprie idee"

    Continua...

  • Sciopero edili Cgil Cisl Uil Furlan:

    Sciopero edili Cgil Cisl Uil
    Furlan: "Occorre una svolta per sbloccare i cantieri e rilanciare l'occupazione"

    Continua...

  • Lavoro Furlan:

    Lavoro
    Furlan: "Tavoli di confronto con il Governo frutto della mobilitazione del sindacato"

    Continua...

  • Scuola Cgil, Cisl, Uil a fianco delle Federazioni di categoria pronte alla mobilitazione

    Scuola
    Cgil, Cisl, Uil a fianco delle Federazioni di categoria pronte alla mobilitazione

    Continua...

  • MigrantiSbarra:

    Migranti
    Sbarra: "Dalla Manifestazione di Milano un messaggio forte e chiaro a politica ed istituzioni. Ora aprire fase di dialogo sociale su lavoro, coesione ed integrazione"

    Continua...

  • Cgil Cisl Uil:

    Cgil Cisl Uil:
    "La mobilitazione del sindacato continua a livello nazionale, nelle categorie e nei territori"

    Continua...

  • TavFurlan:

    Tav
    Furlan: "Inaccettabile il blocco delle infrastrutture. Significa migliaia di posti di lavoro in meno"

    Continua...

  • Dal territorio

COMUNICATI STAMPA

Migranti. Furlan: "Giusto concedere la cittadinanza italiana a Ramy.Tanti ragazzi attendono invano da anni questo riconoscimento"

22 marzo 2019 - “E’ giusta l’iniziativa del Ministro Di Maio di sollecitare la cittadinanza italiana per Ramy lo studente... continua

Pensioni. Sindacati a Inps: "Liquidare tutti, non solo quota 100"

22 Marzo 2019 - "Cgil, Cisl e Uil sono consapevoli che l’introduzione della pensione con 'quota 100' e del reddito... continua

Lavoro. Sbarra: "Positivo l'avvio del confronto al MISE su crescita. Irrobustire i provvedimenti per investimenti ed occupazione"

Roma, 21 marzo 2019 - "L’incontro di oggi presso il Mise con le organizzazioni sindacali ha finalmente fatto riprendere un... continua

Lavoro. Dati Inps, Sbarra: "Meno assunzioni a termine ma anche meno occupati e più Cig. Il Governo deve rimodulare le scelte su lavoro ed economia"

Roma, 21 marzo 2019 -  "I dati Inps dell’Osservatorio Precariato mostrano a Gennaio 2019 la tendenza alla crescita delle assunzioni... continua

Editoria. Furlan: "Solidarieta’ a giornalisti e poligrafici del Giornale in sciopero"

20 marzo 2019 “Solidarietà ai giornalisti ed ai lavoratori poligrafici de Il Giornale che lottano contro la chiusura della storica... continua

Labor TV

8 Marzo 2019 - Intervento di Annamaria Furlan all'iniziativa Nazionale di Cgil, Cisl, Uil

Guarda tutti i video

IN EVIDENZA

A PROPOSITO DI

  • Intervento di Annamaria Furlan da "Il Foglio" del 19 marzo 2019

    Furlan3"Sono passati 17 anni dal barbaro assassinio di Marco Biagi, l'uomo che con il suo "Libro bianco" si era impegnato a cambiare le condizioni di lavoro e che la Cisl stimava, pur nella nostra autonomia di opinioni, come si deve stimare chi si misura sul serio per garantire situazioni di progresso sociale ed economico nel nostro Paese. Sempre nel mese di marzo, alcuni anni prima, era stato assassinato Ezio Tarantelli, un altro uomo libero, brillante vicino alla Cisl e animato da una grande passione civile e sociale. Biagi e Tarantelli, due eroi del nostro tempo, uccisi barbaramente dalle Br perchè volevano un paese più libero e più moderno".

FOCUS

  • Le priorità per la legge di Bilancio 2019: Piattaforma Cgi Cisl Uil

    bandiere cgil cisl uilLe proposte di Cgil, Cisl, Uil per la crescita e lo sviluppo del Paese, contenute nella Piattaforma approvata dagli Esecutivi unitari riuniti il 22 ottobre scorso per valutare il Def e la legge di Bilancio 2019.

  • Pensioni. Le richieste della Cisl per il confronto con il Governo

    richiestecislRoma, 10 agosto 2018. " Occorre che il Governo apra ai primi di settembre in vista della predisposizione della legge di stabilita' un confronto con il sindacato sul tema delle pensioni. La Cisl, unitamente alle altre confederazioni, ha recentemente inviato proprio una richiesta di incontro al Ministro del Lavoro allo scopo di discutere le possibili scelte da compiere in materia previdenziale". 

ISCRIVITI ALLA CISL. INSIEME E' MEGLIO!

Tesseramento 2019

Sindacato, contrattazione, tutela e rappresentanza. La persona, il luogo di lavoro, il territorio al centro dell'azione della CISL. Azione di prossimità. Siamo presenti su tutto il territorio con le Unioni sindacali territoriali e con la rete di servizi di assistenza, informazione e orientamento.  Dettagli

Iscriviti 

SCRIVI ALLA CISL

Inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo indirizzo email

Valore non valido

Inserisci il quesito

AggiornaValore non valido

Consenso privacy
 

Emilia Romagna, 3 marzo 2018 - Dati Inail infortuni sul lavoro: in aumento soprattutto tra le donne

Reggio Emilia, 3 Marzo 2018 - L a Cisl Emilia centrale ha rielaborato i dati Inail relativi agli infortuni e le morti bianche negli ultimi anni appena trascorsi in tutta la provincia di Reggio Emilia, che attestano un  aumenti degli infortuni sul lavoro soprattutto tra le donne e nella provincia di Reggio Emilia centoquaranta casi in più tra il 2016 e 2017

 “La ripresa economica, palpabile anche nel nostro territorio, è un dato certamente positivo, ma non è altrettanto accettabile che siano in constante aumento gli infortuni sul lavoro”. E’ il commenta di Domenico Chiatto, segretario Cisl Emilia Centrale – dopo che la Cisl ha rielaborato i dati Inail riguardanti gli infortuni e le morti bianche negli ultimi anni appena trascorsi in tutta la provincia di Reggio Emilia.

Nel 2017 le denunce d’infortuni nel reggiano sono state in totale 10.950, di cui 11 mortali. Per quanto siano calati gli infortuni mortali – ma su questo c’è un forte fattore di casualità -, c’è un aumento tendenziale in negativo con 140 casi in più rispetto ai 10.810 registrati nel 2016 e di cui 18 mortali. La maggior parte di questi infortuni, inoltre, riguardano dipendenti maschi tra i trenta e cinquantanove anni. Nel 2016 erano rimasti coinvolti 7.472 lavoratori in questa fascia d’età e in 12 avevano perso la vita. Numero lievemente diminuito l’anno seguente con 7.438 persone coinvolte in incidenti, di cui 5 mortali.
In crescita gli infortuni che hanno riguardato donne lavoratrici: nel 2017 sono stati registrati ben 142 casi in più. A fronte dei 3.366 episodi denunciati nell’anno 2016, sono stati 3.508 quelli del 2017. Il dato degli infortuni delle lavoratrici è purtroppo un dato in aumento costante.

La maggior parte dei lavoratori infortunati sul territorio sono italiani. Nel 2017 sono stati 8.672 i connazionali protagonisti di incidenti e 2.278 gli stranieri. Nel 2016, invece, erano stati 8.492 gli italiani e 2.318 gli stranieri. Tra coloro che hanno meno di trent’anni gli infortuni denunciati sono stati 2.647 nel 2016 e 2.825 nel 2017. Diminuiti gli episodi che hanno riguardato gli over 60: nel 2017 sono stati 687 rispetto ai 691 del 2016. Sono in costante aumento le malattie professionali sugli ultrasessantenni e questo è legato al prolungamento della permanenza sul posto di lavoro, determinato dalla riforma Fornero: con l’avanzamento della età dei lavoratori aumenta la possibilità di contrarre una malattia professionale.
Dalla Cisl ricordano che con il nuovo regolamento Inail approvato nel 2016 sono state definite nuove norme per la conservazione del posto di lavoro per i lavoratori che, a seguito di una malattia professionale, presentino una riduzione della capacità lavorativa. In questo caso è previsto che l’azienda debba mettere in campo tutti gli accorgimenti possibili per la continuità occupazionale, attraverso un contributo Inail per l’adeguamento della postazione lavorativa che può arrivare sino a 150.000 euro. In caso contrario è possibile fare opposizione ad eventuali licenziamenti. In tutti i casi, pur dando un giudizio positivo sull’intervento dell’istituto, la priorità assoluta deve concentrarsi sulla “Prevenzione e attenzione alla sicurezza che devono essere al centro della vita lavorativa di ogni cittadino - continua Chiatto -. Lavorare è un diritto e lavorare in sicurezza deve essere sempre più considerato un investimento da parte delle aziende. Purtroppo i dati che ci consegna la Regione vedono, invece, un calo degli Ispettori Spsal che passano da 344 dl 2016 a 312 del 2017 ed un conseguente calo di visite effettuate dal 2014 al 2016 del -7,5%. A ciò si aggiunge un aumento dei ricorsi sul giudizio di inidoneità, legato appunto all’invecchiamento al lavoro”.

Un richiamo al problema era stato fatto anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro lo scorso ottobre. “Purtroppo – conclude il segretario Chiatto - l’aumento degli infortuni nel reggiano è tra i più consistenti di quelli capitati sia a livello regionale che nazionale, con un dato negativo che non si registrava da circa 5 anni. Dal 2012, infatti, le denunce per infortuni erano calate di quasi il 20%. I settori più colpiti restano quello dell’industria dei servizi e della fabbricazione di materiali. Sono numeri che ci devono far riflettere: occorre un intervento più capillare e sinergico tra i vari enti ispettivi; ad esso si aggiunge l’intervento che continuiamo a fare come parti sociali attraverso la rete dei rappresentanti alla sicurezza e per la consultazione sulla sicurezza, nei settori e nelle aziende più a rischio. Non è possibile abbassare la guardia perché l’obbiettivo del territorio è di far crescere l’occupazione, ma di pari passo deve crescere la cultura e la presenza della sicurezza delle persone”.

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento trovato

CONQUISTE DEL LAVORO

La Via della Seta per esportare più made in Italy

Resta irrisolto il problema dei diritti del lavoro in Cina. Non a caso la Confederazione deis indacati di Hong Kong...

Statali, mobilitazione per contratti e assunzioni

Cgil Cisl e Uil all’attacco: mentre governo apre confronto su lavoro e pensioni, Ministro chiude. Non staremo fermi

Tim, Vivendi torna all’attacco del fondo Elliott

Mancono ormai pochi giorni dall’assemblea, chiesta dal socio francese per cambiare buona parte del Cda, quella che fa riferimento...

Calvin Klein chiude a Milano e lascia a casa 84 dipendenti

Dopo Trento, la storica azienda del lusso, decide di disinvestire in Italia e annuncia la cessazione dell’attività della sede milanese...

Precari Anpal, ancora nessuna soluzione

Nel giorno del passaggio del provvedimento in aula, presidio dei sindacati davanti Montecitorio. Servono più risorse per stabilizzare i 3...

CONQUISTE DEL LAVORO

La Via della Seta per esportare più made in Italy

Resta irrisolto il problema dei diritti del lavoro in Cina. Non a caso la Confederazione deis indacati di Hong Kong...

Statali, mobilitazione per contratti e assunzioni

Cgil Cisl e Uil all’attacco: mentre governo apre confronto su lavoro e pensioni, Ministro chiude. Non staremo fermi

Tim, Vivendi torna all’attacco del fondo Elliott

Mancono ormai pochi giorni dall’assemblea, chiesta dal socio francese per cambiare buona parte del Cda, quella che fa riferimento...

Calvin Klein chiude a Milano e lascia a casa 84 dipendenti

Dopo Trento, la storica azienda del lusso, decide di disinvestire in Italia e annuncia la cessazione dell’attività della sede milanese...

Precari Anpal, ancora nessuna soluzione

Nel giorno del passaggio del provvedimento in aula, presidio dei sindacati davanti Montecitorio. Servono più risorse per stabilizzare i 3...

  • ANOLF
    ANOLF - Accoglienza, assistenza, informazioni, rappresentanza e tutela dei diritti di cittadinanza degli immigrati e delle loro famiglie.
  • CONVENZIONE UNIPOL SAI
    Cisl e UnipolSai - da oltre 30 anni tutelano gli iscritti e le loro famiglie.
  • SPORTELLO LAVORO
    SPORTELLO LAVORO - Informazione, orientamento ed assisitenza a lavoratori e disoccupati, per l'utilizzo delle politiche attive e passive finalizzate all'occupabilità ed alla ricerca del lavoro
  • INAS
    INAS - Tutela e assistenza del lavoratore e del pensionato nei rapporti con gli enti previdenziali e assicurativi
  • CAF
    CAF - Consulenza e pratiche su tematiche fiscali, catastali, agevolazioni sociali, contenzioso tributario
  • IAL
    IAL - Attività di orientamento, di formazione, di qualificazione, di riqualificazione e di aggiornamento professionale rivolte a lavoratori, giovani e adulti, occupati e non.
  • VIVACE
    vIVAce! - La community dei lavoratori indipendenti e delle nuove professioni, che finalmente dà voce alle Partite IVA ordinistiche e non e ai Freelance.
  • SINDACARE
    SINDACARE - Assistenza e consulenza nelle controversie di lavoro, controllo delle buste paga, recupero crediti, impugnazione del licenziamento
  • ADICONSUM
    ADICONSUM - Associazione a tutela e difesa dei consumatori
  • SICET
    SICET - Informazioni e consulenza nei rapporti di locazione, norme condominiali, accesso agli alloggi popolari
  • ANTEAS
    ANTEAS - Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà, volontariato e promozione sociale articolata in tutto il territorio nazionale
  • ISCOS
    ISCOS - l’Istituto sindacale per la cooperazione allo sviluppo che opera, come organizzazione non governativa, in tutte le aree del mondo globalizzato
Fondazione Ezio Tarantelli
CNEL
Edizioni Lavoro

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa