Ambiente. Sindacati unitari Calabria: Necessario risanamento e rilancio Ente

Calabria, 14 marzo 2016. Le ultime vicende che stanno interessando Calabria Verde dimostrano ancora una volta la necessità di imprimere una forte accelerazione all’azione di risanamento e di rilancio dell’Ente. Le dimissioni del Commissario, che acuiscono le criticità già in essere, impongono di uscire al più presto dal clima di incertezza presente. E’ arrivato il momento, per CGIL-CISL-UIL, che il Governo regionale recuperi il tempo perso e si adoperi per una profonda svolta in direzione di un nuovo modello di gestione dell’Ente e di riorganizzazione del settore. Va messa in campo una strategia politica che punti sulla programmazione, e non sull’emergenza, in modo da affrontare strutturalmente le questioni più complessive del comparto: dall’assetto del territorio, ad una forestazione realmente produttiva, alla sorveglianza idraulica, agli investimenti da attuare, al quadro di risorse da assicurare al settore. Necessita, in sintesi, attuare una forte azione di discontinuità che, passando da un radicale ricambio del management, sia in grado di definire un efficace riassetto e riordino aziendale, imprescindibile per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Per queste ragioni CGIL-CISL-UIL ritengono fondamentale proseguire nel confronto con il Governo regionale e pertanto chiedono la convocazione urgente di un incontro con il Presidente della Giunta per il superamento della situazione in atto e per le prospettive dell’Ente.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.