Forestali. Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil Toscana: non si usino gli ‘inabili’ per eludere il confronto

Firenze, 24 marzo 2016. Con le sue dichiarazioni al Tg3 Toscana all’indomani della manifestazione degli operai a Firenze, è la prima volta che il Presidente della Regione Enrico Rossi si occupa del settore forestale e lo si capisce bene da quanto ha affermato. I dati sul problema dei cosiddetti ‘inidonei’, brandito strumentalmente per denigrare la categoria tutta, è noto da tempo; lo era anche alla Giunta della scorsa legislatura guidata sempre da Rossi e noi siamo sempre stati disponibili ad affrontarlo nei suoi veri termini: a toglierlo dal tavolo sono sempre stati la Regione e le Unioni dei comuni. Anche la scelta di affidare la gestione del settore alle Unioni dei comuni, la cui gestione è stata così tanto denigrata dal Presidente Rossi, è imputabile a lui stesso, rispetto ad altre soluzioni a suo tempo sul tavolo. Noi siamo comunque disponibili ad aprire immediatamente un confronto sul futuro della forestazione e quindi anche sul problema degli inabili sollevato da Rossi, non con le dichiarazioni a mezzo tv, ma con l’apertura di un tavolo vero di confronto. Se il Governatore dovesse continuare a rifiutare il confronto si attenda una nuova visita sotto le sue finestre.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.