Calabria. Azienda 'Calabria verde', sindacati: "Adesso spazio al confronto"

1° Aprile 2016 - Il Segretari Generali di CGIL-CISL-UIL Calabria, nell’esprimere gli auguri di un proficuo lavoro al Generale Mariggiò chiamato a dirigere in qualità di commissario l’Azienda Calabria Verde, ritengono che ci siano adesso tutte le condizioni per avviare una forte azione di rilancio dell’Ente. "E’ arrivato il momento – affermano Gravano, Tramonti, Biondo in una nota congiunta - di recuperare il tempo perso e operare una profonda svolta per un nuovo modello gestionale di Calabria Verde e di riorganizzazione del settore. In questo senso la necessaria e non più derogabile azione di risanamento deve essere accompagnata da un piano industriale i cui asset fondamentali sono rappresentati dall’assetto idrogeologico, forestazione produttiva, sorveglianza idraulica, sviluppo delle aree interne, protezione civile. In questa ottica occorre assicurare certezza di risorse all’intero settore mettendo in campo una programmazione a livello finanziario che, oltre alle risorse ordinarie, può e deve contare su quelle comunitarie, condizione essenziale per dare prospettive di sviluppo concrete al comparto e agli stessi lavoratori, che da più tempo vivono una condizione di grande incertezza. CGIL-CISL-UIL Calabria fin dall’insediamento del nuovo Governo regionale hanno evidenziato che solo attraverso una nuova stagione di riforme è possibile realizzare il cambiamento vero per la Calabria e su queste basi sono pronte a dare il proprio contributo per determinare processi di crescita economica e sviluppo sociale nella consapevolezza che il coinvolgimento delle parti sociali è necessario per uscire dalla crisi. Per questi motivi le scriventi OO.SS. sollecitano la convocazione di incontro urgente al Presidente della Giunta Regionale e al neo Commissario di Calabria Verde.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.