Modena. Metalmeccanici: scioperi e presidi per il Ccnl

Modena, 6 giug o 2016. Nuovi scioperi con presidi dei lavoratori metalmeccanici modenesi oggi in diverse aziende del territorio.
Gli scioperi rientrano nella mobilitazione unitaria di Fim, Fiom e Uilm modenesi per chiedere il rinnovo del contratto nazionale di lavoro.
Nel distretto carpigiano il presidio è stato organizzato davanti alla Emmegi di Limidi di Soliera, azienda del presidente di Confindustria Modena Walter Caiumi. Lo stesso Caiumi ha ricevuto una delegazione di manifestanti e di sindacalisti che gli ha illustrato le motivazioni dello sciopero auspicando un ruolo attivo di Confindustria Modena nel farsi portavoce delle istanze dei lavoratori e per trovare una soluzione alla vertenza. Sindacati e lavoratori sostengono che il contratto nazionale deve continuare a essere lo strumento utile a tutti i lavoratori per garantire condizioni minime di dignità e diritti, mentre la contrattazione aziendale deve essere strumento aggiuntivo per migliorare diritti e condizioni salariali. Caiumi ha preso atto delle posizioni e si è impegnato a portare le istanze modenesi al presidente di Federmeccanica Storchi.
La mobilitazione, partita il 26 maggio e proseguita il 1° giugno, si conclude con la tornata di oggi a livello territoriale, mentre il 10 giugno culminerà nello sciopero nazionale con manifestazione regionale a Bologna.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.