Cisl Calabria. Tramonti (Segr. Gen): Uniti per rilancio lavoro ed economia

Lamezia Terme, 08/07/2016. Si è riunito oggi a Lamezia Terme il Consiglio Generale della CISL Calabria. Il Segretario Generale Paolo Tramonti, nella relazione introduttiva, ha illustrato i principali temi del momento. Sui temi nazionali la CISL calabrese condivide l’impostazione della Confederazione nazionale sui temi della crescita e della produttività. L’apertura da parte del Governo su lavoro e previdenza deve adesso portare ad un’intesa finalizzata a migliorare le condizioni dei giovani e degli anziani. Sul fisco va rilanciata la proposta della CISL per aumentare il reddito disponibile delle famiglie, all’insegna di una maggiore equità e per favorire l’incremento dei consumi. Sulla contrattazione è auspicabile che anche con Confindustria si raggiunga al più presto ad un accordo anche per evitare possibili iniziative di carattere legislativo da parte del Governo. Sul Mezzogiorno – ha proseguito Tramonti – la CISL continua a rivendicare interventi per favorirne il concreto rilancio dopo i lunghi anni della crisi che hanno portato ad un impoverimento generale. Vanno attuate politiche specifiche e selettive con risorse certe, non solo sostitutive ma anche aggiuntive. In questo quadro la Calabria non può permettersi di perdere le opportunità presenti, a partire dal prossimo ciclo di programmazione comunitaria 2014-2020 e dal Patto per la Calabria, che movimenteranno nel complesso oltre 8 mld di euro nel prossimo futuro. Per questi motivi si impone una maggiore incisività da parte del Governo regionale sia sul fronte della riorganizzazione burocratica e amministrativa che su quello del riordino e del rilancio degli Enti regionali e in house. Così come va messa in campo una nuova ed efficace politica industriale per dare slancio alle realtà produttive presenti, a partire da Gioia Tauro. A questo proposito gli impegni assunti nell’ultimo incontro dal Governo vanno meglio definiti con un cronoprogramma che fissi tempi e scadenze degli interventi previsti assicurando le dovute certezze sul fronte occupazionale. La CISL ribadisce ancora una volta la necessità e l’urgenza di predisporre un Piano straordinario per il Lavoro per favorire l’occupazione, soprattutto giovanile, in modo da frenare la costante emigrazione verso le altre Regioni e per stabilizzare il tanto precariato ancora presente. Per Tramonti vanno affrontate con decisione questioni centrali come la forestazione (assicurando le necessarie risorse per il prossimo triennio), la sanità, il sociale, i servizi pubblici. La complessità delle questioni aperte – ha concluso Tramonti – impone a tutti i livelli una nuova stagione di impegno e responsabilità per dare concretezza ai programmi e alle progettualità avviate ed arrestare così il declino economico e sociale che da più tempo affligge la nostra terra. Per questi motivi, nel quadro di un maggiore coinvolgimento e attivismo del partenariato economico e sociale della nostra Regione, non è più rinviabile la sottoscrizione di un Patto per l’economia, lo sviluppo, il lavoro e la legalità in Calabria. Ha concluso i lavori il Segretario Confederale CISL Piero Ragazzini. “Europa e territorio sono le priorità per un nuovo sindacato confederale. Da un lato rafforzare il ruolo del sindacato europeo e della CES, dall’altro un nuovo modello organizzativo che metta al centro territorio e prima linea. Queste le sfide che la CISL dovrà affrontare, portando avanti il processo avviato di rinnovamento e di autoriforma. Puntiamo, come CISL, ad ottenere una riforma del modello contrattuale, flessibilità in uscita e no tax area per i pensionati. Un sindacato il nostro – continua Ragazzini – che denuncia le ingiustizie e le disuguaglianze presenti e si adopera per il loro superamento”. Sono intervenuti al dibattito: Francesco Mingrone (Direttore CAF CISL Calabria), Gennaro Madera (Responsabile INAS Calabria), Giovanni Gattuso (Segretario Generale FIRST CISL Calabria), Pasquale Scerra (FNP CISL CZ-KR-VV), Antonio Russo (Segretario Generale CISL Cosenza), Giuseppe Mazzitelli (FNP CISL CZ-KR-VV), Antonio Bevacqua (Segretario Generale FP CISL Calabria), Francesco Fortunato (Segretario Generale FAI CISL CZ-KR-VV), Domenico Serranò (Segretario Generale CISL Reggio Calabria), Michele Sapia (Segretario Generale FAI CISL Calabria), Giuseppe De Tursi (Segretario Generale CISL CZ-KR-VV), Francesco Canino (Segretario Generale FISTEL CISL Calabria).

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.