Puglia. Cisl e Adiconsum Foggia lanciano la campagna #NoaiTirSullaFoggiaSanSevero

Foggia, 16 novembre 2016. Lo chiamano il Tratto della Morte. Da molti anni, sulla Strada Statale SS16, tra Foggia e San Severo, continuano a verificarsi incidenti stradali gravissimi, le cui vittime sono automobilisti, uomini, donne, in molti casi lavoratori pendolari. Un sinistro ogni cinque giorni, una strage che non si può più tollerare! In attesa che il previsto ampliamento della carreggiata sia portato a compimento, Cisl e Adiconsum di Foggia chiedono di dirottare il transito dei mezzi pesanti sul medesimo tratto autostradale, senza alcun costo per gli autotrasportatori. Nasce con queste premesse la campagna delle segreterieterritoriali di CISL e ADICONSUM di Foggia #NoAiTirSullaFoggiaSanSevero, curata dall’agenzia Mamalova. "Una grande iniziativa che coinvolgerà non solo i comuni di Foggia e San Severo ma anche tutti i centri viciniori e prevederà la predisposizione di presidi mobili in cui firmare la petizione, la possibilità di sposare la causa tramite la piattaforma online Change.org e una vasta copertura sui social network dove, a partire da mercoledì 16 novembre, data in cui è stato lanciato lo spot ufficiale. Tema del video la sottile linea di confine tra il quotidiano e la tragedia. L’ inverosimile delle situazioni apparentemente semplici , liete, che si trasformano in eventi senza più soluzione di continuità; una sorpresa alla mamma, per il suo compleanno, un gesto di affetto in un giorno come tanti altri in cui invece di celebrarla, la vita la si perde. La ritualità perpetrata ad ogni storia, ad ogni triste notizia in cui qualcuno - un lavoratore, una mamma, un gruppo di ragazzi - muore su una strada, la SS 16 come altre. Le strade, per definizione, dovrebbero collegare, unire, mai dividere: questo è il senso dello spot e di tutta l’iniziativa ad esso collegata. Firmare la petizione è il più grande atto di protezione che possiamo avere. Per noi, per chi amiamo, per chiunque". L'inziativa è stata presentata nel corso di una Conferenza Stampa, svoltasi presso la Sala Giunta della Provincia, il 16 novembre 2016, indetta dalle segreterie territoriali di CISL e Adiconsum, per illustrare le iniziative che le due organizzazioni hanno deciso di mettere in atto per arrivare, nel più breve tempo possibile, alla messa in sicurezza della Strada Statale 16 Foggia-San Severo. “Ormai da molti anni in quel tratto stradale – hanno evidenziato Cisl e Adiconsum di Foggia - continuano a verificarsi incidenti gravissimi, in cui hanno perso sinora la vita centinaia di persone. Una vera e propria strage che si perpetua sistematicamente e drammaticamente ogni anno. Con cadenza quasi settimanale, le cronache giornalistiche comunicano infatti il bollettino di guerra proveniente da quella che è stata da molti definita ‘la Statale della morte’. In attesa dei previsti lavori di rifacimento, bisogna quindi intervenire con soluzioni più coraggiose ed incisive”. A tal fine, il Segretario Generale della Cisl di Foggia, Emilio Di Conza, ed il Presidente provinciale di Adiconsum, Giuseppe Potenza, hanno indicato gli eventi che saranno messi in atto nei prossimi giorni, alla presenza del Vicepresidente della Provincia, Rosario Cusmai, dei Presidenti dei Consigli Comunali di Foggia, Luigi Miranda, di San Severo, Maria Anna Bocola, e degli altri territori interessati, che hanno firmato la petizione popolare promossa da Cisl e Adiconsum. La raccolta di firme, indirizzata al Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ed al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, è stata lanciata da alcuni giorni on line, sulla rete Change.org, dove ha raggiunto 400 firmatari e proseguirà nei gazebo e nei banchetti che saranno allestiti nei Comuni di: Foggia, il 18 novembre (Isola Pedonale, dalle 17 alle 20); San Severo, 21 novembre (Piazza Incoronazione, dalle 17 alle 20); Torremaggiore, 25 novembre (Corso Matteotti, dalle 17 alle 20); San Paolo Civitate, 28 novembre (Piazza Municipio, dalle 17 alle 20); Chieuti, 30 novembre (Largo IV novembre, dalle 17 alle 20); Serracapriola, 2 dicembre (Corso Garibaldi, dalle 17 alle 20).

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.