Modena. Giornata mondiale violenza donne: Sindacati impegnati in un nuovo protocollo

Modena, 25 novembre 2016. Giornata mondiale violenza donne: firmato a Modena protocollo “Tutti insieme contro” È stato firmato stamattina a Modena il protocollo contro le violenze e le molestie nei luoghi di lavoro. Lo hanno sottoscritto i sindacati Cgil Cisl Uil e le associazioni di categoria (Legacoop Estense, Confagricoltura, Lapam Federimpresa, Federazione Coltivatori Diretti, Confcooperative, Ascom/Confcommercio, Cna, Confesercenti, Cia) rappresentate dal Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Modena. Alla firma del protocollo è seguita un’iniziativa dalla quale è emerso che il fenomeno delle molestie è più diffuso di quanto appare dai dati ufficiali. Le donne, infatti, a volte non denunciano per paura di perdere il posto di lavoro, a maggiore ragione in questo periodo di crisi economica. L’ultima indagine Istat disponibile rivela che, a livello nazionale, sono più di 1 milione 308 mila le donne che dichiarano di aver subito abusi da parte di superiori o colleghi nell’arco della propria vita lavorativa, non solo in fase di assunzione, ma anche per mantenere il proprio posto di lavoro o per ottenere una promozione. Sindacati e imprese modenesi hanno deciso di fare la propria parte per arginare questo fenomeno. Il protocollo prevede, tra le altre azioni, l’impegno a denunciare gli autori delle molestie/violenze e a tutelare le donne vittime, che spesso sono invece costrette a lasciare il posto di lavoro in seguito alla denuncia. Sarà importante inoltre dare corso alla parte del protocollo che prevede azioni di formazione nei confronti di dirigenti e lavoratori per evitare di minimizzare certi comportamenti molesti (battute, apprezzamenti, contatti fisici indesiderati ecc.) nei luoghi di lavoro, che spesso sono il primo passo per atti di violenza veri e propri. Il protocollo modenese è una prima attuazione del Piano regionale contro la violenza di genere approvato lo scorso maggio, che prevede diverse iniziative anche da parte delle rappresentanze sociali e di i soggetti che possono dare un contributo a debellare il fenomeno della violenza contro le donne.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.