Lazio. Cisl Roma: "Storico accodo quello del Pubblico impiego. Ora si volti pagina"

Roma, 1° dicembre 2016. “Un accordo storico quello per il rinnovo del contratto del pubblico impiego raggiunto ieri sera dal Governo e i sindacati confederali Cgil Cisl e Uil, che ha riflessi importanti anche per la Capitale”. Lo dichiara in una nota Paolo Terrinoni, segretario generale della Cisl di Roma Capitale e Rieti. “In primo luogo perché dà il segnale politico di un ritrovato spirito di confronto tra governo e sindacati che sancisce l’impegno, da entrambe le parti, di riconoscere il valore del lavoro del pubblico impiego, anche in senso economico, premiando il merito e la produttività. Un ritrovato spirito di confronto che deve estendersi anche qui a Roma, con l’amministrazione capitolina, dove solo con un confronto costante possiamo dare risposte ai problemi e trovare la quadra su temi cruciali come il bilancio, il sociale, il lavoro, il riordino delle partecipate. Ma questo accordo, per Roma, può significare anche qualcosa in più – aggiunge Terrinoni -. A Roma, infatti, è concentrata la più alta percentuale nazionale di lavoratori pubblici: tra stato centrale e enti locali, la maggior parte dei lavoratori del pubblico impiego della Regione opera a Roma. Un vero esercito che potrà finalmente ritrovare quelle motivazioni necessarie affiche’ i lavoratori e le lavoratrici della pubblica amministrazione ritrovino forza e impegno, orgoglio e dignità, anche attraverso una formazione adeguata e un processo di innovazione. Con queste premesse, la Pubblica amministrazione capitolina può diventare un motore economico significativo, un vero propulsore di innovazione e produttività, di cui abbiamo tutti bisogno”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.