Toscana. Malattie professionali: calano le denunce nella regione

Firenze, 30 Settembre 2015 - Leggero calo di malattie professionali denunciate in Toscana nei primi sette mesi dell'anno, ma un dato che resta tra i più alti d'Italia: da gennaio a luglio 2015 sono state 4760 a fronte delle 4792 dello stesso periodo 2014, con il dato nazionale che nei primi sette mesi 2015 arriva a 36.843.
Un nemico subdolo, quello costituito dalle malattie professionali, perché lento a manifestarsi e dunque spesso sottovalutato. Per questo l'Inas, il patronato della Cisl, lancia il portale www.malattieprofessionali.it, interamente dedicato a questo fenomeno.
"Spesso - dice il responsabile Inas della Toscana, Marco Manfredini - non si è coscienti che i rischi in azienda non sono legati solo a cadute da un'impalcatura o all'utilizzo di macchinari pericolosi. L'esposizione a sostanze nocive, la ripetitività di alcuni movimenti, l'inalazione di polveri, possono danneggiare l'organismo in maniera anche grave. Conoscere i potenziali pericoli della propria professione è il primo modo per tutelare la propria salute e fare prevenzione."
Per questo gli esperti dell'Inas hanno messo a punto uno strumento di prevenzione on-line, semplice e accessibile a tutti, centrato su un test interattivo che -in pochi minuti- consente di scoprire i rischi specifici del proprio lavoro, i sintomi e le eventuali patologie correlate. Ci sono poi sezioni con tutte le novità sul tema, strumenti di interazione con gli esperti del patronato Inas, video inchieste, rubriche e molti altri contenuti per capirne di più.
In Italia le denunce di malattie professionali negli ultimi anni sono aumentate: nel 2014 sono state 57.391, il 10,6% in più rispetto al 2013 e il 33% in più rispetto al 2010. "Ma la strada da fare per un'inversione di tendenza - spiega Manfredini - è ancora lunga. Lo dimostrano le forti differenze territoriali esistenti in Toscana, frutto non solo di condizioni differenti ma anche di differenti sensibilità e consapevolezza sul territorio. Una controprova arriva dal numero piuttosto basso di denunce presentata da lavoratori stranieri: 261 nel 2015, segno di una minore coscienza del pericolo."
Nei primi sette mesi del 2015 le malattie professionali denunciate sono state 1082 in provincia di Pisa, 1075 a Lucca, 635 a Livorno, 439 a Massa Carrara, 470 a Arezzo, 364 a Firenze, 256 a Grosseto, 193 a Pistoia, 161 a Siena, 85 a Prato.
Le patologie più diffuse sono quelle del sistema osteomuscolare (2788 denunce), seguite dal sistema nervoso (706), malattie dell'orecchio (302) e sistema respiratorio (197).

Ufficio stampa Cisl Toscana

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.