Sicurezza. Cgil Cisl Uil di Latina chiedono rafforzamento della prevenzione della criminalità

Latina, 3 giugno 2015. Mentre non si esclude nessuna pista nelle indagini sul delitto dell'Avvocato Mario Piccolino di Formia, sappiamo per certo che l'Avvocato si è impegnato nella denuncia delle attività di criminalità organizzata nel sud pontino e nella promozione di iniziative per la legalità del territorio .

Su questi temi CGIL,CISL e UIL di Latina hanno sempre manifestato attenzione, denuncia ma soprattutto testimonianza.

CGIL,CISL e Uil CONFERMANO la forte preoccupazione per la gravità della situazione sulla sicurezza in cui versa il nostro territorio che impone una reazione forte e decisa della società civile e delle istituzioni per la difesa dei diritti e delle libertà di tutti.

La criminalità organizzata, con le gravi ricadute in ambito economico e sociale, richiede una risposta culturale accompagnata da una risposta repressiva capace di contrastare, combattere ed isolare, con ogni forma e mezzo, tutte le manifestazioni illegali.

CGIL, CISL e UIL ritengono, per questo, necessario, nella provincia di Latina, il potenziamento dei mezzi e degli organici della Magistratura e delle Forze dell’Ordine, che risultano, ormai da tempo, insufficienti per dare risposte concrete nel campo della prevenzione e contrasto alle infiltrazioni criminali.

Il Tribunale di Latina, che dispone ad oggi di 37 Magistrati , con una carenza di impiegati e cancellieri allarmante , con conseguenza di tempi biblici ed incertezze nei procedimenti giudiziari di ogni tipo, rischia di alimentare quel terreno fertile per le “corruzioni” che minano la parte sana della società civile di Latina.

CGIL, CISL e UIL auspicano su questi temi un impegno serio, condiviso e concreto necessario alla ripresa di questo difficile territorio.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.