Contratti. Confronto Cgil, Cisl, Uil e Confapi. Furlan: "Un buon inizio"

">
contratti confrontoRoma, 3 marzo 2016 - Al via oggi a Roma il confronto tra Cgil, Cisl e Uil sulla riforma del modello contrattuale e le relazioni industriali. Si tratta del primo incontro che le tre confederazioni hanno avuto con un'associazione datoriale e in cui hanno presentato la piattaforma inviata anche a Confindustria.

"E' una buona giornata, una bella partenza" ha affermato la Segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan al termine dell'incontro svoltosi tra i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil e il presidente di Confapi, Maurizio Casasco che hanno definito all'unisono l'incontro 'proficuo' . "Abbiamo impostato un lavoro che promette veramente bene" ha proseguito la leader della Cisl osservando come su molti aspetti fondamentali sia stata riscontrata tantissima condivisione.

"Quello di oggi con Confapi - ha ricordato Furlan- è stato il primo incontro tra sindacati e datori di lavoro, il primo di una lunga serie. Abbiamo già molte richieste di confronto da parte delle altre associazioni datoriali per iniziare, così, a discutere concretamente di quale modello contrattuale e di quali nuove relazioni industriali vogliamo offrire al nostro paese. E’ andata molto bene- ha detto- abbiamo trovato con Confapi tanti punti di condivisione e già da subito inizierà il lavoro dei tecnici per cominciare a scrivere il modello cui attenerci. Noi ovviamente partiremo dalla nostra piattaforma che dovrà avere il contributo e l’arricchimento del confronto attraverso le proposte che la controparte ci proporrà. Con Confapi c’è condivisione su tantissimi aspetti rilevanti a partire dal valore del contratto nazionale e del riconoscimento dell' importanza della contrazione di secondo livello aziendale ma soprattutto territoriale. Punti di contatto anche sul ruolo della bilateralità e della partecipazione. Le parti sociali hanno impostato già oggi un lavoro che promette bene. È stata davvero una bella giornata, una buona partenza per il mondo del lavoro sul valore della contrattazione”.

Cgil, Cisl e Uil hanno già fissato un incontro il 9 marzo con gli artigiani e a breve dovrebbero vedere anche Confcommercio e Alleanza delle cooperative.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.