"La sicurezza non può essere un optional". Lettera di Annamaria Furlan al direttore de "Il Dubbio" del 22 novembre 2019

furlan1"Sono già più 800 le persone che quest'anno hanno perso la vita mentre erano al lavoro. E' un dato terribile, purtroppo in crescita. Un bollettino di guerra quotidiano. Parliamo di tante viste spezzate, giovani e anziani, tante famiglie distrutte dal dolore. (...) Abbiamo apprezzato gli sforzi della ministra del lavoro Catalfo di affrontare questo tema con un tavolo di confronto e provvedimenti straordinari. Ma le norme purtroppo non bastano.  (...) Bisogna investire di più sull'innovazione, sulla ricerca, sulla formazione delle nuove competenze che possono servire a creare anche condizioni di maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro. (...) Ma soprattutto c'è bisogno di un patto vero tra governo, sindacati e associazioni datoriali, per far rispettare da tutti gli accordi sulla prevenzione, discutere sui carichi eccessivi di lavoro e di straordinari, eliminare o ridurre al minimo i rischi per la salute.

 Leggi anche "Fermare la strage infinita di lavoratori. Basta stragi di lavoratori" da "La Sicilia" del 22 novembre 2019 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (il dubbio.pdf)Il Dubbio309 kB
Scarica questo file (la sicilia.pdf)La Sicilia546 kB

Stampa