"La priorità sarà ancora il lavoro: dobbiamo far riaprire i cantieri" intervista ad Annamaria Furlan, 'Famiglia Cristiana' del 27 Dicembre 2019

Furlan3Non c'è dubbio che il lavoro rimane la priorità del sindacato anche per il 2020. Cresciamo meno degli altri paesi europei e abbiamo una grave spaccatura economica nei servizi sociali e nelle infrastrutture tra Nord  e Sud con un livello di disoccupazione e di precarietà che sono ancora un macigno. La manovra del Governo non è stata la svolta che auspicavamo. Non c'è stata quella discontinuità  nelle scelte di politica economica e fiscale per venire incontro ai bisogni delle persone, alle aspettative dei lavoratori e delle famiglie italiane. Anzi, rischiamo di vivere nel 2020 una nuova fase di stagnazione economica se non ci saranno interventi per favorire la crescita. L'occupazione non si crea con le leggi come pensa qualcuno. La crescita e il lavoro vengono dagli investimenti pubblici e privati. Bisogna far partire i cantieri per le 600 grandi e medie opere pubbliche bloccate dalla burocrazia, ridurre seriamente le tasse per i lavoratori, i pensionati e le imprese che investono in innovazione, ricerca, energia pulita, formazione delle nuove competenze digitali. C'è la necessità e l'urgenza di rinnovare i contratti pubblici e privati, di avviare le assunzioni nella Pubblica amministrazione, nella sanità, nei comparti dell'istruzione, dell'università e della ricerca e la stabilizzazione del precariato. Affrontare seriamente la questione della rivalutazione delle pensioni e la legge sulla non autosufficienza. I Governi cambiano ma i bisogni delle persone sono sempre gli stessi: lavoro, equità fiscale, servizi pubblici efficienti.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (famiglia cristiana 27 dic)Famiglia Cristiana881 kB

Stampa