"Preoccupati, i cantieri restano fermi", da 'Il Giornale' del 21 febbraio 2020

furlan"Il Paese rischia un'altra recessione". Così la Segretaria della Cisl in un'intervista al "Giornale". "(...) l'apertura di tavoli di confronto è sempre un fatto positivo, dopo anni in cui tutti i governi volevano fare da soli e parlavano di disintermediazione. Ma la vera concertazione significa indicare una strada al Paese, selezionare gli obiettivi, mettere sul tavolo risorse concrete ed alla fine scegliere tutti insieme. Finora abbiamo visto solo tanta confusione e poca sostanza. Il governo naviga a vista ed è distratto da altre questioni che, me lo lasci dire, per gli italiani sono del tutto residuali. (...) Non basta lanciare piani ambiziosi per i prossimi dieci anni. La scuola sciopererà il 6 marzo perché ci son 80 mila cattedre scoperte. Non ci sono risorse a adeguate per rinnovare i contratti pubblici. Gli ospedali son senza personale sufficiente. Se non ci saranno impegni precisi da parte del governo noi continueremo la mobilitazione"

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (il giornale.pdf)Il Giornale169 kB

Stampa