Intervento di Annamaria Furlan sul '25 Aprile' Festa della Liberazione, da Il Giorno, La Nazione, Il Dubbio, Conquiste del Lavoro, In Terris

2Furlan20mar2020Anche quest'anno in un momento particolarmente grave e difficile per tutti gli italiani, ricorderemo  il 25 Aprile, una data storica che ha segnato la rinascita civile e morale del nostro Paese. Oggi non ci saranno nelle nostre città manifestazioni di piazza, comizi, cortei, ma siamo convinti che tanti italiani esporranno dalle loro finestre e dai loro balconi il tricolore intonando 'Bella ciao'. Un modo per collegare il ricordo della nostra ritrovata libertà con la speranza di poter uscire presto  dall'incubo della pandemia e da una crisi economica forse senza precedenti. Così come avvenne 75 anni fa con il nazifascismo, non dobbiamo né possiamo arrenderci contro un nemico spietato che in queste settimane ha portato lutti e dolore in migliaia di famiglie italiane a cui siamo tutti profondamente vicini. Ecco perché il nostro pensiero commosso va alle persone che ci hanno lasciato in silenzio in queste giornate.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (il giorno.pdf)Il Giorno503 kB
Scarica questo file (la nazione.pdf)La Nazione397 kB
Scarica questo file (il dubbio.pdf)Il Dubbio310 kB
Scarica questo file (conquiste del lavoro.pdf)Conquiste del Lavoro172 kB
Scarica questo file (interris.pdf)In Terris284 kB

Stampa