"Servirebbe un nuovo patto sociale, come con Ciampi nel '93". Intervista ad Annamaria Furlan, 'Corriere della Sera' del 16 giugno 2020

Furlan2018"Ci sono stati sintonia e punti di condivisione (...) Ora si passi all'azione, perché la situazione è grave, bisogna agire presto, tutti insieme". Per la Segretaria generale della Cisl, invitata dal Premier Giuseppe Conte con gli altri leder sindacali di Cgil e Uil agli stati generali dell'economia, l'incontro con il governo di ieri “può essere un punto di partenza per far ripartire il Paese, ma serve concretezza".  "Un Patto sociale come quello che fece Carlo Azeglio Ciampi nel '93, le condizioni sono diverse ma serve lo stesso spirito: qui c'è bisogno di tutti, governo, sindacati, opposizioni, nessuno si può tirare indietro, né pensare alle bandierine o alle spaccature, questo è il momento della responsabilità da parte di tutti".

Leggi anche:

Stati Generali. Furlan: Stati Generali. Furlan: "Una opportunita’ per ricostruire e cambiare il paese. Occorre un grande patto sociale ed atti riformatori importanti"
Roma, 15 giugno 2020 - "Non bisogna sprecare questa occasione e questa opportunità per ricostruire e cambiare il paese. E' necessaria una...

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (corriere della sera.pdf)Corriere della Sera235 kB

Stampa