"Un patto sociale per il giovani del nostro Sud". Articolo di Annamaria Furlan, "Il Messaggero" del 6 settembre 2020

Furlan 500"Le stime della Svimez sul rischio di aumento nel 2021 del divario tra le regioni del Sud e quelle del Nord , devono far riflettere tutta la nostra classe dirigente, in un momento in cui l'Italia si appresta a scelte importanti sull'utilizzo delle ingenti risorse europee del Recovery Fund. Non possiamo e non dobbiamo sprecare questa occasione storica per unire l'Italia". (...) "Nord e Sud devono avere la giusta attenzione da parte del Governo, affrontando con serietà le proprie specificità, sapendo che il Paese può uscire da questa grave crisi causata dalla pandemia solo se riparte tutto insieme". (...) "Abbiamo bisogno di un piano straordinario per il lavoro dei giovani, perché da lì viene il nostro futuro, puntando sulla formazione, su un rapporto più stretto tra scuola, università ed imprese, costruendo un sistema moderno ed efficiente di politiche attive che serva a far incontrare la domanda e l’offerta di lavoro". (…) “Anche le parti sociali devono dare il proprio contributo con una contrattazione nazionale, aziendale e territoriale più innovativa, dinamica, fondata sulla co-responsabilità nelle scelte e sulla partecipazione dei lavoratori”.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (il messaggero.pdf)Il Messaggero211 kB

Stampa