"Subito più investimenti per creare lavoro o sono soldi sprecati". Intervista ad Annamaria Furlan, 'Corriere della Sera' del 17 settembre 2020

Furlan16settembre"Avevamo chiesto un incontro al Governo ma dalla Presidenza del Consiglio la convocazione non è mai arrivata. (...) Chiediamo un confronto costruttivo con il Governo che da mesi non ci ascolta. Perché i temi sul tavolo sono molti e crediamo di dover essere chiamati a partecipare ad un confronto sulle priorità del paese. E perché se il Governo aprisse un tavolo con le parti sociali darebbe un segnale di dialogo e apertura a tutti. Il lavoro prima di tutto, da lì bisogna ripartire per far crescere il Paese. (...) Milioni di persone sono da anni in attesa del rinnovo dei contratti. I lavoratori della sanità privata, del Pubblico Impiego, dell’agroalimentare, del legno, i metalmeccanici aspettano: una questione di giustizia e di equità. Il Paese chiede senso di responsabilità".
"Il lavoro prima di tutto, da lì bisogna ripartire per tornare a crescere. Le risorse del Recovery fund andrebbero utilizzate in investimenti, vanno riaperti i cantieri bloccati, servono nuove infrastrutture, puntare su formazione ed innovazione". (...) "Milioni di persone sono da anni in attesa del rinnovo dei contratti. I lavoratori della sanità privata, del Pubblico Impiego, dell’agroalimentare, del legno, i metalmeccanici aspettano: una questione di giustizia e di equità. Il Paese chiede senso di responsabilità".

Leggi anche:


Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (corriere della sera.pdf)Corriere della Sera244 kB

Stampa