"Preoccupano le tensioni sociali. Adesso sostegno ai più colpiti" intervista ad Annamaria Furlan, 'La Stampa' del 27 ottobre 2020

Furlan16settembre"La settimana scorsa abbiamo incontrato i ministri Catalfo e Guarnieri senza raggiungere un accordo, domani vedremo il presidente del Consiglio ed io conto moltissimo sulla capacità che Conte ha dimostrato nel tenere insieme le esigenze del mondo del lavoro. (...) Sarebbe disastroso in momento così delicato se oltre alla paura di ammalarsi ci fosse anche il timore di essere licenziati. (...) Le scelte che il governo ha fatto sono purtroppo necessarie rispetto ai numeri dei contagi (...) queste norme comportano nuovi sacrifici, perciò bene vengano tutte le azioni di sostegno che l'esecutivo ha annunciato, in modo particolare per i settori più colpiti. Penso allo spettacolo, alla cultura, alla ristorazione. Abbiamo davanti momenti complicati, noi chiediamo provvedimenti a favore del lavoro, sia a sostegno delle imprese, con risorse immediate, che dei lavoratori. "C’è tanta preoccupazione tra le persone, è per questo che abbiamo chiesto al premier Conte di convocare le parti sociali e definire insieme una strategia di intervento per affrontare la pandemia. Ha ragione il nostro presidente Mattarella: occorre unità, concordia nazionale, coesione. Se ne esce se tutti remiamo nella stessa direzione:  governo, Regioni, parti sociali".

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (la stampa 27 ott.pdf)La Stampa 309 kB

Stampa