"Conte, basta fare da solo" - Intervista ad Annamaria Furlan, 'Avvenire' del 31 Dicembre 2020

Furlan 500Manca una strategia, un progetto, una visione condivisa con le forze sociali e produttive del paese. Questo è il grande limite del Governo: non aver compreso la gravità della crisi economica, non aver capito che si volta pagina solo con un patto sociale forte e con scelte condivise. La concertazione non è una brutta parola, è la politica vera. Aspettiamo il Presidente del Consiglio alla prova dei fatti. Non bastano annunci e non servono promesse di confronto. Vedremo se davvero nel 2021 si vedrà un cambiamento concreto nella linea del Governo. Se ci sarà un dialogo vero e costruttivo con il sindacato. A partire dall’utilizzo delle risorse europee. Non è un auspicio, è una richiesta forte: serve una condivisione dei provvedimenti necessari a ricostruire il Paese con il massimo di unità, responsabilità e coesione sociale. (...) Noi come Cisl siamo già pronti con un pacchetto dettagliato di proposte concrete. E siamo pronti a presentarle al Paese nei prossimi giorni. Il sindacato c’é. È in campo. E non daremo deleghe in bianco a nessuno.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (avvenire31dicembre2020.pdf)Avvenire464 kB

Stampa