Le interviste ad Annamaria Furlan sulla Giornata della Memoria e sulla crisi di governo da 'Conquiste del lavoro', 'Il Dubbio' e 'Il Diario del Lavoro' del 27 Gennaio 2021

furlan20"È giusto ricordare il 27 gennaio 1945 quando fu svelato al mondo l'orrore del campo di concentramento di Auschwitz, uno dei luoghi del genocidio nazista. Sei milioni di ebrei furono uccisi durante quegli anni terribili. Una pagina drammatica della storia del novecento che nessuno potrà mai cancellare. Una ferita sempre aperta che fa inorrridire. Ecco perché non bisogna mai dimenticare, far conoscere la tragedia dell'Olocausto alle nuove generazioni, attraverso il racconto di chi l'ha vissuto, come fa ogni giorno della sua vita Liliana Segre con la sua testimonianza, il suo coraggio, la sua profonda verità. Non c'è umanità senza libertà. Non c'è libertà senza rispetto per ogni persona. La democrazia, la tolleranza, l’eguaglianza sono valori da salvaguardare e trasmettere ai giovani".
E sulla crisi di governo la Segretaria generale della Cisl  chiede alla politica di "non perdere tempo e di avviare quell’interlocuzione con le parti sociali, che nei giorni scorsi era finalmente partito. In altri tempi, con la concertazione o con i patti sociali abbiamo risolto emergenze davvero gravi. Se recupereremo lo spirito di quelle esperienze aiuteremo sostanzialmente il paese".

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (conquiste del lavoro 27012021.pdf)Conquiste del Lavoro385 kB
Scarica questo file (il diario del lavoro 270121.pdf)Il Diario del Lavoro310 kB
Scarica questo file (il dubbio 270121.pdf)Il Dubbio242 kB

Stampa