"Sindacato mon amour", su "L'Espresso" dell'11 dicembre 2014

b_180_160_16777215_00_images_foto_annamaria_furlan.jpg


"L'unità sindacale è di importanza strategiaca per il sindacato, ma deve essere fatta in modo serio". Lo dichiara il Segretario generale della Cisl in un'intervista a "L'Espresso" ed interviene a tutto campo sulle attuali posizioni della Cisl e sul perchè abbia deciso di non partecipare allo sciopero generale indetto dalle altre confederazioni. "La Cisl ha quattro milioni e mezzo di iscritti e sa come decidere. Lo sciopeero generale è per noi lo strumento estremo. E poi non posso dimenticare che non è stato fatto per manovre di lacrime e sangue comq la riforma Fornero. Due pesi e due misure non fanno il bene dei lavoratori". E sulla possibilità di ritrovare l'unità con gli altri sindacati: "Spero proprio di sì. Lavorerò perché si rinnovi sempre la volontà del lavorare unitariamente ma per fare questo occorre definire insieme obiettivi e percorsi".

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Espresso-11-dic-2014.pdf)Espresso-11-dic-2014.pdf1455 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa